“Uniti per Natale: Canti e Poesie Euro-mediterranee”

 

INVITO

 

l’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, Il Movimento Internazionale Uniti per Unire, le Comunitá del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) l’Associazione dei Medici di Origine Straniera Amsi, in collaborazione con la Consulta Islamica d’Italia (CIDI), il Consiglio Supremo dell’Islam(CSI),l’ONG Emergenza Sorrisi, l’Associazione “Un cuore per tutti…tutti per un cuore” e L’Associazione PRIMA, invitano all’evento

“Uniti per Natale: Canti e Poesie Euro-mediterranee”
il 22 dicembre alle ore 18.00,presso il centro multimediale UNINETTUNO in Piazza Grazioli 17.

Inizio Serata ore 18.00

Saluti delle Autorità:
Interviene:
Ugo Melchionda, Presidente di IDOS Centro studi

Coordinano la Serata :
Elisa Pinna, ANSA ed ANSAMED,
Gerardo Pelosi, Il Sole 24ore .

Sei Performance musicali di Uninettuno World Orchestra & Beyond Borders Ensemble con la partecipazione del cantante palestinese George Shomaly

Letture di 6 Poesie dal mondo a cura di musulmani, ebrei e cristiani e laici: Luigia Paglia, Ambasciatrice di Pace – Italia; Latif Al Saadi, – Iraq ;Dona Amati – Italia ;
Gerardo Vacana – Italia;Roberto Piperno; poeta- Italia; Dalila Hiaoui -Marocco.

Ore 20.00 CHIUSURA E SALUTI con buffet e dolci italiani e arabi intorno al presepe.

La partecipazione e’ gratuita e si prega di confermare per motivi organizzativi questo sms.

Rassegna Stampa

http://binrome.com/…/la-musica-che-unisce-popoli-e-culture…/

http://www.stranieriinitalia.it/…/evento-uniti-per-natale-c…

www.unitiperunire.org
www.amsimed.org

Cordiali Saluti
F.B Portavoce Uniti per Unire
E.R Ufficio Stampa
V.V Coordinatore Organizzativo Uniti per Unire

 

Co-mai new Logo 2015

unitiperunire logo 2015

www.co-mai.org

www.unitiperunire.org

Altri articoli

COMUNICATO STAMPA 15/04/24. Amsi-Uniti per Unire «Bene la cancellazione del tetto di spesa per i professionisti sanitari ma soprattutto arrivino finalmente contratti a tempo indeterminato. Solo così si può aumentare del 50% la risposta dei medici e infermieri di origine straniera rispetto alle domande delle Regioni».

Aodi: «Continua la nostra collaborazione  costante con le regioni: è una scelta obbligatoria in questo momento quella di rivolgersi ai professionisti della sanità di origine straniera, visto che si tratta

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare