Ue: Cociancich, si riparta da padri fondatori e trattato Roma

 

(ANSA) – ROMA, 12 OTT – “Raccolgo e rilancio la proposta del sottosegretario Gozi che auspica una governance Ue piu’ democratica e un processo di integrazione europeo attraverso la nostra capacita’ di mobilitare i partner europei e la societa’ civile, a cominciare dalle celebrazioni dei sessant’anni del Trattato firmato a Roma il 25 marzo 1957”. E’ quanto afferma il senatore del Pd Roberto Cociancich, che propone di “ripartire dallo spirito dei padri fondatori per ridare vigore al processo riformatore che sara’ decisivo per il futuro dell’Europa”.
“Sarebbe – sottolinea Cociancich – un passaggio molto importante per rimettere l’Unione politica al centro del dibattito nazionale ed europeo e sviluppare una grande riflessione sul futuro dell’Unione”. Il parlamentare propone di “stimolare un confronto sui nuovi obiettivi comuni: a partire dalla gestione del problema dell’immigrazione, dalla programmazione e dalle iniziative per le questioni ambientali e la stabilizzazione delle aree confinanti, fino al lavoro collettivo per rafforzare l’euro e contribuire a una nuova governance europea e mondiale piu’ forte”.

 

Co-mai new Logo 2015

unitiperunire logo 2015

www.co-mai.org

www.unitiperunire.org

Altri articoli

COMUNICATO STAMPA 24/06/24. Indagine Amsi-Uniti per Unire: in netto aumento negli ultimi 5 anni i numeri dei lavoratori irregolari di origine straniera. Il 50,4% nel settore agricolo, il 49,5% nell’edilizia il 30,6% nell’industria, nel settore terziario il 29,3% e nella sanità il 28,2%. La metà di essi vive situazioni di sfruttamento e schiavitù.

Foad Aodi: l’85% dei cittadini di origine straniera, pur di sopravvivere e di non perdere un lavoro, anche se irregolare e clandestino, decidono loro malgrado di non denunciare. Basta ad

Leggi Tutto »

COMUNICATO STAMPA 22/06/24. Foad Aodi (Amsi): Negli ultimi 5 anni, attraverso il nostro dettagliato e aggiornato report, emerge un pericoloso e drammatico aumento del 42% degli infortuni sul lavoro ai danni di cittadini stranieri, oltre la metà privi di documenti regolari e senza un contratto di assunzione, in special modo in settori come l’agricoltura e l’edilizia. E’ il fallimento della politica!

Amsi-Uniti per Unire: escalation di morti e incidenti sul lavoro tra i cittadini stranieri. La triste e drammatica realtà della schiavitù moderna è sotto i nostri occhi in Italia.Chiediamo giustizia

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare