Ue: Berlinghieri, Italia sia protagonista piu’ integrazione

 

(ANSA) – ROMA, 11 OTT – “Gli Stati membri dell’Ue si devono impegnare a trovare risposte comuni a questioni strategiche quali il governo dei fenomeni migratori, l’elaborazione di politiche per contrastare il cambiamento climatico, il rafforzamento della legittimita’ democratica dell’euro, la stabilizzazione delle aree vicine, contribuire a una nuova governance mondiale, sviluppare una nuova politica industriale e della ricerca continentale, rafforzare la politica di difesa dei diritti fondamentali” Lo afferma la capogruppo del Pd in commissione politiche Ue della Camera, Marina Berlinghieri.
“Per far fronte a tutto questo – sostiene Berlinghieri – l’Europa dovra’ aumentare l’integrazione politica attraverso il rafforzamento della legittimita’ democratica delle sue Istituzioni. E’ inutile illudersi: non ci sono risposte adeguate che si limitino al livello nazionale e che possano prescindere dalla dimensione europea alle questioni che dobbiamo affrontare e che appartengono alla sfera della globalizzazione.
I nostri interlocutori (Stati Uniti, Cina, India, in primo luogo) hanno dimensioni largamente superiori a quelle dei singoli Stati membri dell’Unione europea: l’avanzamento dell’integrazione e’ un obbligo, non una scelta”.
“Per questo motivo – prosegue la deputata democratica – , e’ indispensabile che i Parlamenti svolgano una funzione attiva, promuovendo tutte le sedi di confronto e discussione utili ad aiutare i cittadini europei a capire la reale portata delle sfide da affrontare e per comprendere appieno rischi e vantaggi delle scelte che siamo chiamati a compiere. Nella fase che si deve aprire, che non esito a definire “costituente” ai fini di una vera e propria Unione politica dell’Europa, i Parlamenti sono dunque chiamati ad agire con la massima sollecitudine. Perche’ il nostro Paese sia protagonista di questo percorso e’ necessario continuare a lavorare per costruire una vera politica europea italiana. Lavoro che – come ha scritto il sottosegretario Sandro Gozi oggi sul Corriere della Sera – Governo e Parlamento hanno gia’ avviato fin dal loro insediamento, dando piena attuazione agli strumenti legislativi in essere e che ha portato il nostro Paese a farsi promotore della dichiarazione comune dei Presidenti delle Camere di Italia, Francia, Germania e Lussemburgo sottoscritta a Roma nei giorni scorsi. Costruire una vera politica europea del nostro Paese e’ il modo concreto per costruire il nostro futuro di cittadini europei e di cittadini del mondo”.

 

Co-mai new Logo 2015

unitiperunire logo 2015

www.co-mai.org

www.unitiperunire.org

 

Altri articoli

RASSEGNA STAMPA 24/05/24. Impegno sociale, cooperazione internazionale, solidarietà, salute globale, lotta contro la violenza per difendere le donne. La partecipazione a tre eventi-dibattiti in un solo giorno testimoniamo la forza degli obiettivi di Amsi, Umem e Uniti per Unire. (La Voce del Parlamento.it).

Aodi: «Sono stato relatore e moderatore, il 23 maggio, di tre convegni, su temi come Salute Globale Internazionale e Difesa dei Diritti delle Donne e Lotta alla violenza di gruppo.

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare