Terrorismo: Comai, preoccupa discriminazione verso musulmani ‘Per 5% islamici colpa di Occidente, ma nessuno giustifica’

 

(ANSA) – ROMA, 21 NOV – “E’ preoccupante perche’ abbiamo rilevato piu’ del 36% di discriminazione nei confronti dei bambini e degli adulti musulmani. Il 5% della popolazione musulmana in Italia dice che la colpa e’ dell’Occidente perche’ non e’ intervenuto prima ma nessuno giustifica questi atti terroristici”. Cosi’ Foad Aodi, presidente delle Comunita’ del Mondo arabo in Italia (Co-Mai) ha riferito al sit-in di Roma contro il terrorismo sui dati raccolti attraverso lo sportello dell’associazione. “Diciamo no al terrorismo con fermezza senza se e senza ma, l’Isis sono assassini delle religioni – ha aggiunto -. Qualcuno deve rispondere a tre domande: come e’ nato l’Isis? Chi lo finanzia? Chi sta dietro l’Isis e dove arrivera’?

Siamo noi musulmani per primi a chiedere queste risposte”.

(ANSA).

 

Co-mai new Logo 2015

unitiperunire logo 2015

www.co-mai.org

www.unitiperunire.org

Altri articoli

COMUNICATO STAMPA 15/04/24. Amsi-Uniti per Unire «Bene la cancellazione del tetto di spesa per i professionisti sanitari ma soprattutto arrivino finalmente contratti a tempo indeterminato. Solo così si può aumentare del 50% la risposta dei medici e infermieri di origine straniera rispetto alle domande delle Regioni».

Aodi: «Continua la nostra collaborazione  costante con le regioni: è una scelta obbligatoria in questo momento quella di rivolgersi ai professionisti della sanità di origine straniera, visto che si tratta

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare