quibrescia: Comunità araba in lutto per Giulio Regeni

 

foad7

 

(red.) “Ci uniamo al dolore dei familiari di Giulio e chiediamo giustizia e verità alle autorità egiziane per questa tragedia indelebile sia per l’Italia che per l’Egitto. Torturare e uccidere un giovane è un’onta per qualsiasi civiltà”: è quanto dichiara Foad Aodi, Focal Point per l’integrazione in Italia per l’IUNAOC e Presidente delle Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai), a seguito dell’autopsia del cadavere di Giulio Regeni, il giovane ricercatore friulano torturato e trovato morto giovedì scorso al Cairo.
Secondo i medici legali dell’Istituto di Medicina Legale dell’Università “La Sapienza” di Roma, dove la salma è stata condotta sabato pomeriggio, a causare la morte sarebbe stata la frattura di una vertebra celebrale. Mentre al Cairo sono stati rilasciati due presunti sospetti, proseguono le indagini condotte dalle autorità locali e da un team di investigatori italiani per far luce sull’accaduto. “Siamo lontani dalla verità”, dichiara il Ministro degli Affari Esteri Paolo Gentiloni che attende a Trieste i genitori di Giulio ritenendo “necessario che il lavoro di indagine possa essere fatto insieme alle autorità egiziane”.
“Solo collaborando con l’Egitto possiamo sperare di risalire alla verità – prosegue Aodi – e questo è solo l’inizio di un grande lavoro per rafforzare la cooperazione con i Paesi Arabi in tutti i settori, inclusi la ricerca e lo scambio socio-sanitario, per agire dalla radice dei problemi limitando violenza e soprusi che uccidono la vita delle persone e quella del dialogo. Vogliamo che chi ha compiuto questo grave crimine sia punito il prima possibile, non ci importa quale sia il suo Paese di provenienza o la sua religione. Vogliamo che sia fatta giustizia.

 

quibrescia

Link

Altri articoli

RASSEGNA STAMPA 24/05/24. Impegno sociale, cooperazione internazionale, solidarietà, salute globale, lotta contro la violenza per difendere le donne. La partecipazione a tre eventi-dibattiti in un solo giorno testimoniamo la forza degli obiettivi di Amsi, Umem e Uniti per Unire. (La Voce del Parlamento.it).

Aodi: «Sono stato relatore e moderatore, il 23 maggio, di tre convegni, su temi come Salute Globale Internazionale e Difesa dei Diritti delle Donne e Lotta alla violenza di gruppo.

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare