primapaginanews: Amsi Brescia, rafforzato sportello ascolto online contro aggressioni a medici, donne e giovani

 

“Un fatto gravissimo e barbaro”. Così Foad Aodi, fondatore delle Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e dell’Associazione Medici di origine straniera in Italia (Amsi) dopo le ultime rivelazioni sulla morte di Sana Cheema, la giovane italo-pachistana morta in Pakistan a metà aprile.

 

Link

 

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare