Presentazione di Uniti x Unire

 

Uniti x Unire

Movimento d’opinione federativo internazionale, interprofessionale e trans-culturale

Il Movimento d’opinione apartitico federativo internazionale, inter-professionale, transculturale ed apartitico “Uniti per Unire” è nato per andare finalmente “Oltre l’integrazione” e promuovere politiche per la crescita, lo sviluppo,
l’occupazione, l’innovazione, la conoscenza, il sapere, l’informazione, il dialogo tra i popoli, i diritti
e doveri e per una vera cooperazione internazionale.
” U per U”

Cari amici ,

la nostra realtà costruttiva ed aggregante esiste da più di 12 anni, prima con l’Amsi e poi con le

comunità. Grazie alla sua concretezza e alla sua costante opera di volontariato, che ha coinvolto

tutto il personale medico e tutte le professioni sanitarie, abbiamo raggiunto l’obiettivo di favorire

una reale integrazione del personale socio-sanitario (medici, odontoiatri, infermieri, farmacisti,

fisioterapisti, psicologi, specializzandi, tecnici, studenti ecc…) immigrato in Italia ed abbiamo

trovato le soluzioni più adatte nell’ottenere tutela, dignità e i giusti riconoscimenti alla

professionalità di tutti gli operatori socio-sanitari.

Il nostro impegno è stato profuso per offrire un servizio moderno e il più possibile adeguato alle

trasformazioni continue di una società diventata sempre più multiculturale e complessa.

In questa impresa abbiamo dialogato, e continuiamo a farlo, con le varie Istituzioni, con le forze

politiche, i mass media, le associazione mediche, le società scientifiche, gli albi professionali, le

comunità straniere, le Ambasciate dei vari paesi e con tanti amici italiani e non.

Le nostre attività sono basate sul volontariato, la politica d’ascolto, il dialogo e lo sviluppo degli

interessi comuni, senza differenze razziali, etniche e religiose. Grazie alla nostra capacità di

ascoltare e coinvolgere tutti, siamo riusciti, spesso, ad affrontare le problematiche più importanti ed

anche a trovare le soluzioni operando di concerto con le Istituzioni ed assumendoci sempre le nostre

responsabilità.

Oggi più che mai, in questa atmosfera di sconforto morale e professionale, in questa drammatica

crisi economica e sociale, è diventato necessario promuovere la costituzione ufficiale di un “nostro”

movimento di opinione apartitico e trasversale. Un movimento che sia fondato e composto dal

nostro gruppo “Uniti per Unire”, indipendente ed aperto in campo professionale come propria

consuetudine.

”Uniti per Unire” vuole porsi all’interno della società come un movimento apartitico, culturale,

inter-professionale, tecnico, multidisciplinare, nazionale, internazionale e trasversale. Un luogo di

aggregazione dove, senza pregiudizi, il dialogo interculturale deve essere aperto a tutti e dove

vengano superate le differenze razziali, religiose ed etniche per il bene dei nostri figli e delle

generazioni future.

Vogliamo coinvolgere tutti i professionisti ed i tecnici che condividono le nostre finalità nella

costituzione di un comitato promotore capace di definire lo statuto, eleggere il Consiglio Direttivo

del movimento e in grado di creare un programma che indichi gli obiettivi da raggiungere, sia a

breve che a lungo termine. Dovrà essere istituito un “centro di studi e di ricerca sulla mobilità e

sulla criticità delle professioni a livello internazionale”, così come dovrà essere realizzata ” la casa

della salute internazionale”. Organismi e strumenti attivi del movimento attraverso i quali si potrà

promuovere e perseguire una vera politica di cooperazione. Sarà necessario dotarsi di un giornale

On-line multilingue ed interprofessionale che, oltre a fare informazione sugli eventi nazionali ed

internazionali, diventi un propositivo laboratorio di idee e di progetti, uno strumento utile alla

nostra vita professione.

Grazie al contributo ed alle adesioni di tanti professionisti ed esperti italiani e di origine straniera,

alle varie comunità ed associazioni professionali e rappresentative, vogliamo promuovere, insieme,

un’azione politica e culturale che vada, finalmente, “Oltre l’integrazione”. Questo processo passa

attraverso la valorizzazione degli aspetti positivi dell’immigrazione, lo scambio professionale, la

condivisione culturale e l’impegno unitario per la soluzione delle problematiche comuni.

Questa strada permetterà di costruire delle prospettive concrete e contribuirà a proiettarci in un

futuro diverso e migliore, aperto ad una cooperazione internazionale basata su una maggior

conoscenza delle differenti realtà e sul rispetto reciproco. Solo così le radici diverse potranno rappresentare la ricchezza e non l’ostacolo per lo sviluppo di una società civile e moderna, nella

quale i diritti civili ed umani fondamentali vengano garantiti a tutti, senza distinzioni e contrasti.

Gli obiettivi principali di discussione del movimento “Uniti per Unire” sono riassunti nei seguenti

campi di lavoro e d’azione che interessano tutti i professionisti in Italia:

1. Il personale medico-sanitario e la sanità.

2. Lingua, storia, costituzione e legislatura italiana e straniera.

3. Immigrazione, integrazione e cittadinanza.

4. Politiche per il Lavoro e consumo

5. Emergenze sanitarie internazionali.

6. Dialogo, conoscenza e tolleranza culturale e religiosa.

7. Scuola, istruzione, ricerca ed università.

8. Informazione, giornalismo Radio e TV.

9. Politica estera e dialogo per la cooperazione con i paesi di origine.

10. Informatica e politiche per lo sviluppo e la crescita.

11. Diritti civili e diritti umani.

12. Il mondo del volontariato.

13. Ingegneria, architettura e le altre professioni.

14. Pubblica amministrazione.

15. Giustizia ed avvocatura.

16. Diritti e Doveri.

17. Interpreti, traduttori e mediatori culturali.

18. Costituzione e leggi italiane. La riforma degli albi professionali.

19. Politiche per le donne professioniste.

20. Politiche per i giovani professionisti.

E’ nostra volontà e ferma intenzione raggiungere gli obiettivi indicati e promuovere la

collaborazione sul piano nazionale ed internazionale con tutte le Istituzioni, le forze politiche, gli

albi professionali, le ambasciate, le comunità, le società scientifiche, le associazioni professionali , i

sindacati, le televisioni, i giornalisti, le agenzie di stampa, i professionisti di ogni genere, che fanno

parte del movimento.

Le forme di finanziamento del movimento avverranno tramite l’auto-finanziamento e attraverso

sponsor privati.

A breve si svolgerà la prima riunione che coinvolgerà’ tutti i professionisti ed i tecnici che hanno già

contribuito in questi anni a realizzare le nostre attività e a far crescere il nostro gruppo trasversale.

Ne potranno farne parte anche gli amici professionisti che aderiranno in questi giorni tramite il

modulo d’adesione sul nostro sito.

Costruire un forte e coeso movimento significa creare i presupposti per non delegare più ad altri

le decisioni che ci riguardano e diventare un soggetto attivo e di riferimento per le Istituzioni.

Infatti, solo investendo attivamente su noi stessi si potremo garantire migliori prospettive ai nostri

figli e diventare protagonisti del nostro futuro.

La prima riunione avrà il seguente Ordine del Giorno:

Per informazioni ed adesioni nella fase costituente rivolgersi al : www.unitiperunire.it ed al nostro

gruppo su Facebook : http://www.facebook.com/groups/unitiperunire

Cordiali Saluti

IL Promotore Foad Aodi

Segr.uxu@libero.it

Note

* La registrazione dell’Atto Costitutivo dell’Associazione da parte dei soci promotori, sarà fatta dopo che questi avranno visionato lo tatuto ed espresso il loro parere. Crediamo che la registrazione fatta da due soci semplifichi le cose, considerato il numero elevato di soci fondatori. I soci promotori sono Foad Aodi presidente dell’Amsi e Co-mai ed il dr. Francesco Bonelli, commercialista.

*La prima riunione dei soci fondatori che risponderanno confermando questo invito di adesione avrà il seguente ordine del giorno:

1- sottoscrizione dello statuto

2-presentazione del programma con elezione del presidente e del consiglio direttivo.

N.B.:

Quote di adesione: socio fondatore € 50 , socio federativo € 50, socio ordinario € 25.

Il pagamento si effettua in sede o tramite conto corrente che sarà attivo e comunicato dopo la registrazione ufficiale dell’associazione.

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare