Comunicato Stampa: Razzismo, Foad Aodi: “Non si può rispondere al terrorismo cieco con il razzismo altrettanto cieco”

 

Comunicato Stampa:

Razzismo, Foad Aodi: “Non si può rispondere al terrorismo cieco con il razzismo altrettanto cieco”.

In memoria di Emmanuel: con il Governo a Fermo.
” L’Associazione dei Medici di Origine Straniera in Italia  (AMSI) ,Le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) ed il Movimento Uniti per Unire abbracciano Chinyery, la moglie di Emamanuel, immigrato nigeriano di 36 anni, brutalmente ucciso a Fermo per aver difeso la moglie da insulti razzisti. Grazie al Presidente Renzi per aver convocato i Rappresentanti del Governo nella città, dando inizio ad una campagna contro l’odio e il razzismo”.
Lo dichiara il Presidente delle Co-Mai, Amsi eUniti per Unire Foad Aodi. “Non si può rispondere al terrorismo cieco con il razzismo altrettanto cieco, con i pregiudizi e la cattiva informazione” aggiunge.

L’Amsi dà la sua completa disponibilità alla moglie Emmanuel per il sostegno morale e psicologico da subito ed anche nel suo desiderato percorso da studentessa di medicina.
‪#‎fermiamoilrazzismo‬ che uccide le persone e le loro anime.

Cordiali Saluti,
Elena Rossi
Responsabile della Comunicazione.

 

Logo AMSIMED TONDO

Logo-Co-mai

unitiperunire logo 2015

Altri articoli

COMUNICATO STAMPA 24/06/24. Indagine Amsi-Uniti per Unire: in netto aumento negli ultimi 5 anni i numeri dei lavoratori irregolari di origine straniera. Il 50,4% nel settore agricolo, il 49,5% nell’edilizia il 30,6% nell’industria, nel settore terziario il 29,3% e nella sanità il 28,2%. La metà di essi vive situazioni di sfruttamento e schiavitù.

Foad Aodi: l’85% dei cittadini di origine straniera, pur di sopravvivere e di non perdere un lavoro, anche se irregolare e clandestino, decidono loro malgrado di non denunciare. Basta ad

Leggi Tutto »

COMUNICATO STAMPA 22/06/24. Foad Aodi (Amsi): Negli ultimi 5 anni, attraverso il nostro dettagliato e aggiornato report, emerge un pericoloso e drammatico aumento del 42% degli infortuni sul lavoro ai danni di cittadini stranieri, oltre la metà privi di documenti regolari e senza un contratto di assunzione, in special modo in settori come l’agricoltura e l’edilizia. E’ il fallimento della politica!

Amsi-Uniti per Unire: escalation di morti e incidenti sul lavoro tra i cittadini stranieri. La triste e drammatica realtà della schiavitù moderna è sotto i nostri occhi in Italia.Chiediamo giustizia

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare