(LZ) ISLAM. FOAD AODI (CO-MAI): IERI PRIMO PASSO, ALTRI SEGUIRANNO PIU’ DI 100 IN PIAZZA, GRANDE VITTORIA MA AUMENTANO DISCRIMINAZIONI

 

(DIRE) Roma, 22 nov. – “Dopo la piazza strapiena nonostante la pioggia; non vogliamo piu’ sentire strumentalizzazioni politiche sull’Islam e  sul mondo arabo”. Cosi’, in una nota, la Comunita’ del mondo arabo in Italia (Co-Mai), commenta la manifestazione di ieri considerandola “una grande vittoria, una condanna al terrorismo con fermezza, senza se e senza ma, lanciata dal presidente Foad Aodi dal palco della manifestazione davanti a piu’ di 1000 cittadini italiani, arabi, musulmani, cristiani e di altre religioni che hanno sfidato la paura per mettere la loro faccia e il loro sostegno a favore della liberta’ e la democrazia e contro il terrorismo”.

“Con voce forte e determinante- continua la nota- Aodi ha dichiarato dal palco il ‘No agli assassini delle religioni; No alle strumentalizzazioni politiche; No alle moschee fai da te; No alla divisione tra le comunita’ musulmane; No alla terza guerra mondiale'”. Ma anche i tanti ‘Si”: “Si’ alla liberta’, alla democrazia ed al dialogo inter religioso; Si’ ad un album per gli Imam; Si’ alla collaborazione con tutti le istituzioni per l’interesse comune”.

Infine, “Aodi ha riportato le statistiche molto preoccupanti dello sportello della Co-mai, che registra un aumento del 36% di segnalazioni di discriminazioni nei confronti dei bambini e adulti arabi in Italia, sui posti di lavoro, nelle scuole e nei mezzi di trasporto pubblici, ed un aumento sostanziale dei licenziamenti dei lavoratori arabi e musulmani che supera il 6 per cento d’aumento. Contemporaneamente sono pure aumentate le sindromi ansiose e depressive tra i bambini arabi e musulmani della seconda e terza generazione”.

Gli esponenti della Co-mai lanciano quindi “un invito ad essere piu’ uniti alle comunita’ musulmane ed alla grande Moschea”.

 

Co-mai new Logo 2015

unitiperunire logo 2015

www.co-mai.org

www.unitiperunire.org

 

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare