liberoquotidiano: Islam: Cristiani in moschea,2mila adesioni da enti e associazioni

 

(AGI) – Roma, 9 set. – Sono arrivate a 2mila le Confederazioni, le Federazioni, le Associazioni, gli Istituti e le Universita’, le Comunita’ arabe, italiane, di immigrati e rifugiati appartenenti a tutte le religioni che hanno dato ad oggi l’adesione a #Cristianinmoschea, l’iniziativa varata per l’11 settembre dalle Comunita’ del Mondo Arabo in Italia e Movimento internazionale Uniti per Unire. Ad aggiornare il dato e’ Foad Aodi, presidente delle Co-mai e del Movimento, reduce dal grande successo (23mila partecipanti) di un progetto analogo, “Musulmani in chiesa”, del 31 luglio scorso. “Non volevamo che quell’idea restasse isolata, che non producesse frutti – spiega Aodi – e cosi’ abbiamo pensato a questo nuovo appuntamento, abbinato la settimana scorsa ad un appello a Papa Francesco. Domenica, nell’anniversario dell’attentato alle Torri gemelle, tutte le moschee aderenti (comprese in un elenco in continuo aggiornamento on line, ndr) apriranno le porte ai visitatori cristiani, agli osservanti delle altre fedi e ai laici, dalle 17 alle 20, per consentire loro di scambiarsi un messaggio di pace”. Non solo: il giorno dopo, ricorrenza della festa musulmana dell’Eid Al Adha, a partire dalle 9, moschee e luoghi di preghiera di tutte le citta’ italiane ospiteranno uno scambio di auguri tra credenti e laici: “l’ambizione – sottolinea Foad Aodi – e’ quella di consolidare il dialogo interreligioso, di promuovere l’integrazione, di condannare ogni forma di terrorismo. Coinvolgendo in modo trasversale,ed e’ la prima volta che accade in tanti anni, anche il mondo del lavoro, del volontariato e del sindacato: e’ delle ultime ore il si’ di Cgil e Uil”. Per gli organizzatori, forti anche dell’esperienza maturata con l’Amsi, l’Associazione medici di origine straniera in Italia, c’e’ pure un altro motivo di grande soddisfazione: in pochi giorni “siamo riusciti a contattare via internet le 1400 Associazioni e Centri culturali islamici in Italia. Abbiamo avuto qualcosa come 1.100 risposte e, soprattutto, nessun ‘no’. Un segnale importante contro tutte le paure e tutti i pregiudizi”. (AGI) Bas

 

liberoquotidiano

Link

Altri articoli

RASSEGNA STAMPA 19/07/24. Immigrazione Aodi (Amsi-Uniti per Unire): «Agire su due fronti, arginando da una parte l’immigrazione irregolare, ma dall’altra promuovere la buona immigrazione. Due piani distinti che possono cambiare il nostro Presente e il nostro futuro».

Aodi (indagine Amsi-Umem-Uniti per Unire): Tra gli immigrati, che intraprendono il viaggio della speranza che sarebbe meglio chiamare della disperazione, dall’Africa all’Italia, solo il 13% riesce a raggiungere la meta

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare