liberoquotidiano: Islam: Co-mai, Viminale crei comitato per dialogo e integrazione

 

(AGI) – Roma, 14 set. – Su 3 milioni di partecipanti all’evento #cristianinmoschea svoltosi l’11 e il 12 settembre in concomitanza con la festivita’ islamica dell’Eid Al Adha e il quindicesimo anniversario dell’attentato alle torri gemelle il 60% sono musulmani ed arabi e il 40% cristiani, laici e fedeli delle altre religioni. Lo rende noto la Comunita’ del mondo arabo in Italia (Co-mai), promotrice dell’iniziativa assieme al movimento Uniti per Unire. “Ringraziamo tutti per il loro contributo che ci ha consentito di scrivere questa nuova pagina di svolta italiana a favore della buona convivenza che passa con il dialogo porta a porta e con l’unione e la valorizzazione delle buone pratiche per l’integrazione”, dice Foad Aodi, presidente di Co-mai che chiede al ministro dell’Interno di istituire un comitato scientifico di esperti internazionali nel dialogo inter-religioso nell’integrazione per raccogliere e valutare tutte le proposte che giungono da comunita’ e associazioni. Sono 700 mila le persone che hanno partecipato l’11 pomeriggio agli incontri nelle moschee, presso le strutture sportive e nelle case dove musulmani, cristiani e laici hanno organizzato piu’ di 3.500 cene insieme per la festa del Eid). Due milioni e trecentomila hanno partecipato alla festa dell’Eid il giorno a seguire. Numerose adesioni comunicate all’ultimo minuto e che si sono aggiunte a quelle delle 2000 comunita’ e associazioni, universita’ e sindacati internazionali. Presenti in gran numero anche donne musulmane, cristiane, arabe, italiane e di origine straniera. Le Regioni dov’e’ stata maggiore la partecipazione sono Lazio, Puglia, Emilia Romagna, Umbria, Piemonte, Sicilia, Campania, Veneto, Liguria, Lombardia, Marche e Abruzzo. (AGI) Rap

 

liberoquotidiano

Link

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare