liberoquotidiano: Islam: Aodi (Co-mai), il burkini? Lo scosiglio ma errore vietarlo

 

(AGI) – Roma, 17 ago. – “Il burkini in Italia e’ un falso problema. Sono pochissime le donne musulmane che lo portano in spiaggia. Data la situazione internazionale, noi sconsigliamo di usarlo. Ma vietarlo per legge sarebbe un errore”. Lo dice all’Agi il presidente delle Comunita’ del mondo arabo in Italia (Co-mai), Foad Aodi. “In Francia e’ diverso, perche’ solo il 35% dei musulmani che vivono in quel Paese sono laici. Ma in Italia i laici sono il 75% e di burkini non se ne vedono. Io personalmente non ho mai incontrato una donna in burkini sulle spiagge che frequento tra Rimini e Riccione”, afferma Aodi, che specifica di condividere la posizione del ministro dell’Interno Angelino Alfano, secondo cui il divieto del burkini potrebbe potenzialmente diventare una provocazione. “Davanti ai divieti le comunita’ si chiudono – commenta Aodi – e invece dobbiamo aiutare la laicita’ e il dialogo per unire”. Il presidente di Co-mai ricorda che esiste gia’ una legge sul burqa e che ne e’ proibito l’uso negli ospedali. “Questa legge e’ giusta e va rispettata”, commenta Aodi, che e’ un medico. Poi osserva: “Le suore cristiane sulle spiagge di Israele come Jaffa o Tel Aviv non tolgono il velo e in Terrasanta questa e’ considerata dai musulmani una cosa normale. Forse dovremmo imparare dalla Terrasanta”. Secondo Aodi, “bisogna valutare molto bene le reali esigenze di sicurezza per comprendere se e’ veramente vitale vietare il burkini. A mio avviso si potrebbe fare una campagna per scoraggiarne l’uso, ma vietarlo sarebbe qualcosa che contrasterebbe con i diritti della persona. Si tratta di una scelta delle singole donne se coprirsi in spiaggia. Come per le suore in Terrasanta”. (AGI) Rap

 

liberoquotidiano

Link

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare