lavocedelpopolo: Yemen, Aodi (Amsi e Co-mai): Le principali vittime della guerra sono i bambini

“Bene Papa Francesco a ricordare i Genocidi”.

ROMA – Una serie di dati shoccanti sono pervenuti all’Associazione dei Medici di origine straniera in Italia ed alla Comunità del Mondo arabo in Italia dai medici yemeniti. Le principali vittime del conflitto, che ammontano oggi a 900 vittime e 2400 feriti nel Paese, risultano proprio essere i bambini. Da quanto riportato dai medici, pediatri e psicologi si evince che dall’inizio di questa guerra le patologie in età pediatrica sono aumentate in maniera vertiginosa, soprattutto per quanto concerne i disturbi mentali e psicologici superando il 43% dei bambini che soffre di sindromi ansiose-depressive fobie e pianto continuo e notturno dall’inizio del conflitto. Secondo i Dottori, infatti, i bambini sotto ai 9 anni sono i soggetti che più degli altri sono sottoposti a questi gravi “danni” nelle guerre, perché incapaci di comprendere la realtà delle cose e di reagire alla sofferenza.

“C’è un filo comune che lega tutti i conflitti mondiali. Sono sempre gli innocenti, i bambini, a pagare il prezzo delle guerre intraprese dagli adulti”. Afferma il Prof. Foad Aodi, Presidente della Co-mai e dell’Amsi che chiede l’invio di medici, psicologi, psichiatri, pediatri, chirurghi e ginecologi per alleviare le sofferenze dei bambini, donne e feriti del conflitto nello Yemen e prevenire le conseguenze ed effetti della guerra a distanza in particolare nei bambini che non riescono a cancellare queste pagine del terrore dalla loro mente

“Apprezziamo le parole di Papa Francesco che ha condannato i genocidi e che ha posto l’attenzione su quelli stermini che sono stati dimenticati. Non possiamo parlare di pace senza ricordarci di tutti i genocidi. Dobbiamo tenere a mente i gravi errori compiuti dall’umanità, – sottolinea Aodi – senza distinzioni di razze o religioni, per costruire un mondo migliore”.

la voce del popolo

Link

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare