lavocedelpopolo: Libia, Co-mai: La firma sia il punto di svolta per la stabilizzazione

 
Risultati immagini per foad aodi

 
“Condanniamo duramente la pubblicazione dei nominativi italiani ebrei su Radio Islam”.

ROMA – Le Comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) esprimono grande soddisfazione per la firma in Marocco tra gli esponenti libici a favore di un Governo di unità nazionale.

“Ringraziamo tutti i libici di buona volontà e le donne libiche – commenta il presidente Co-mai Foad Aodi – che hanno avuto un ruolo molto importante per raggiungere questo storico accordo, che giunge in un momento molto delicato a livello internazionale. Ringraziamo il Governo Italiano, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ed il Ministero Affari Esteri Paolo Gentiloni per aver creduto dall’inizio in questo accordo, nella sua importanza e per aver ospitato qualche giorno fa la conferenza internazionale per preparare questo accordo in Marocco, che rappresenta un passaggio indispensabile per combattere il terrorismo feroce dell’Isis e l’immigrazione irregolare. Esprimiamo la nostra solidarietà alla comunità ebraica in Italia e condanniamo ogni tipo di odio razziale e la pubblicazione di nominativi di ebrei italiani sul sito Radio Islam.

Proprio per dare risposte concrete e proseguire il nostro impegno #Notinmynameche e #TuttiunitiperilGiubileo – aggiunge Aodi – invitiamo tutti gli amici ebrei, musulmani, cristiani e delle altre religione ad intensificare l’impegno a favore del dialogo interreligioso e la fratellanza, dando appuntamento il 22 dicembre alle 18 all’evento ‘Uniti per Natale’ dove poeti, artisti e musicisti ebrei, musulmani e cristiani si alterneranno nel corso dell’iniziativa promossa dall’Università telematica UNINETTUNO, il movimento Uniti per Unire, Amsi, Co-mai ed altre associazioni musulmane ed italiane presso la sala dell’Universita’ Uninettuno in piazza Grazioli 17″.

 

lavocedelpopolo

Link

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare