lavocedelpopolo: “Buona Sanità e Buona Immigrazione”, un altro successo nel dibattito svoltosi all’Ordine dei Medici

ROMA – La condivisione di obiettivi comuni, la sfida perché l’Italia sviluppi concretamente la cooperazione internazionale è stato il punto di partenza della Conferenza svoltasi ieri alla Sala Conferenze dell’Ordine dei Medici di Roma, che ha riunito piu’ di 100 delegati delle Associazioni Amsi, Co-mai e del Movimento Internazionale “Uniti per Unire”. Tema principale la presentazione dei progetti gemelli “Buona Sanità” e “Buona Immigrazione”, l’incontro ha consentito il confronto tra i maggiori esperti della Sanità e dell’immigrazione in Italia e i Rappresentanti di Istituzioni e Ambasciate dei diversi Paesi.

Grazie alla fluida moderazione del Giornalista Rai Michele Cucuzza e della Giornalista di CNO- Web Tv Marina Bonifacio è emersa l’importanza di soffermarsi sui temi immigrazione-sanità ed informazione, perché le proposte in materia sollevate dalle Associazioni da teoria si trasformino in fatti concreti con l’aiuto di tutti.

 

Apre il dibattito il Prof. Foad Aodi, Presidente di Amsi, Co-mai e Uniti per Unire, che ringrazia l’Ordine dei Medici di Roma per avere accolto l’iniziativa e a quanti il lavoro in favore della solidarietà.

Il Dott. Ivo Pulcini, Consigliere dell’Ordine dei Medici di Roma ed Esponente di Uniti per Unire e ringrazia i promotori dei due progetti per il loro costante impegno nel promuovere occasioni di scambio interculturale ed inter-religioso. Il Prof. Giuseppe Quintavalle, Direttore Generale della ASL RMF e Segretario Generale di UxU, in qualità di Coordinatore del Progetto “Buona Sanità” ha illustrato il consolidato impegno dei medici italiani e stranieri nelle numerose iniziative volte alla solidarietà. Cooperazione socio-sanitaria qualificata che affronti la realtà-immigrazione, la medicina della transcultura, per favorire il dialogo e la conoscenza, l’incentivo della telemedicina ,combattere la medicina difensiva ed il precariato in sanita’, promuovere corsi d’aggiornamento riguardo le patologie più’ emergenti, gemellaggio tra le università’, creare un servizio sanitario omogeneo in tutte le regioni italiani, più una collaborazione inter-professionale rispettando il ruolo e la competenza di ogni professione, sono le principali proposte.

La Coordinatrice del progetto “Buona immigrazione” Federica Battafarano, Portavoce di Uniti per Unire, ha rilevato la necessità nell’affrontare con vigore l’immigrazione evidenziando una serie di iniziative concrete, da sviluppare con l’aiuto dei Rappresentanti del Governo e delle Istituzioni che possano condividerle. Presenta così la proposta di una nuova legge italiana ed europea sull’immigrazione, di accordi bilaterali, dell’istituzione di un albo per i mediatori culturali. Seguono un’ immigrazione programmata e qualificata in base al mercato del lavoro in Italia, quote obbligatorie da distribuire ai Paesi Europei, l’incentivo alle politiche dell’accoglienza. Altri punti fondamentali la tutela dei diritti umani contro l’immigrazione illegale, una polizia europea ed araba che lavori insieme lungo i confini di transito, la promozione e lo sviluppo dell’occupazione nei Paesi di origine per risolvere l’immigrazione dalle radici.

Il Dott. Maurizio Bea, Direttore Editoriale del giornale on-line la Svolta e Presidente di Retesalute- Iris Italia, ribadisce la necessità di sostenere i suddetti progetti e di un rinnovamento nell’attuale sistema sanitario nazionale che sia da tutti fruibile. Intervenuto anche il Dr.Fathi Abed, dell’Ufficio Stampa della Lega Araba in Italia, che ha chiarito come l’immigrazione sia una realtà da affrontare insieme, dalle sue radici, con l’interazione con i Paesi di origine. Il Consigliere francese Jean Claude Calisesi ha sottolineato l’importanza di incentivare il dialogo ed annunciando la neo-istituzione della Camera di commercio italo-francese, che sarà disponibile ad ogni forma di interazione.

Il giornalista Michele Cucuzza, il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, il Dott. Dino Cosi ex Direttore Generale dell’Ordine dei Medici di Roma, il Vice Ambasciatore della Lega Araba in Italia Zouheir Zouairi ed il Consigliere francese Jean Claude Calisesi sono stati nominati Soci Onorari di Uniti per Unire.

Seguendo quello spirito di condivisione che anima entrambi i progetti la parola è passata alla platea, fatta di Professionisti illustri ed esperti in materia di immigrazione, diritto e sanità, che in un questionario distribuito hanno evidenziato nuove proposte da inserire nei Progetti gemelli.

Valentina Velocci, Segretaria Organizzativa di Amsi e Uniti per Unire, è stata insignita dal Presidente Aodi della targa del Presidente del Senato Pietro Grasso per il suo lavoro prezioso di coordinamento che contribuisce al proseguimento delle attività delle Associazioni ed al loro potenziamento. La targa è dedicata al 16° corso di aggiornamento internazionale ed interdisciplinare che si svolgera’ il 13 giugno presso l’Ospedale Pertini.

Il Presidente Aodi ha ribadito infine l’importanza di veicolare la buona informazione in questo momento di crisi sociale, ma anche di crisi di identità. “Dobbiamo contrastare la guerra tra le civiltà – ha sottolineato Aodi  – aiutando i popoli più bisognosi. Bisogna tutelare allo stesso modo i cittadini italiani e quelli stranieri perché le problematiche che affrontiamo riguardano tutti, in una fase storica che ormai la povertà sempre più globalizzata. Ci auguriamo che questo lavoro contribuisca alla crescita dell’Europa del domani, che guardi a qualsiasi forma di pregiudizio e di razzismo culturale o religioso come un ricordo sbiadito, appartenente ad un passato superato, perché l’integrazione da utopia divenga realtà”.

la voce del popolo

Link

Altri articoli

RASSEGNA STAMPA 24/05/24. Impegno sociale, cooperazione internazionale, solidarietà, salute globale, lotta contro la violenza per difendere le donne. La partecipazione a tre eventi-dibattiti in un solo giorno testimoniamo la forza degli obiettivi di Amsi, Umem e Uniti per Unire. (La Voce del Parlamento.it).

Aodi: «Sono stato relatore e moderatore, il 23 maggio, di tre convegni, su temi come Salute Globale Internazionale e Difesa dei Diritti delle Donne e Lotta alla violenza di gruppo.

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare