italiasera: Uniti per Unire: a novembre il Congresso per la pace con i sindaci di Cerveteri e Taybeh

 

 

Un patto di amicizia e fratellanza tra l’Italia e i nostri paesi di origine. E’ l’iniziativa partita da Foad Aodi, fondatore del movimento interculturale internazionale transnazionale Uniti per l’Unire, che si è incontrato con il Sindaco di Cerveteri Pascucci ed il sindaco di Taybeh, l’Avv.Shuaa Massarwa Mansour. Aodi viaggia in Terra Santa dal 16.08, dove incontra numerosi sindaci, autorità e associazioni in Israele e in Palestina.

Un Congresso per la Pace Internazionale, che mira a coinvolgere principalmente i promotori dell’Accordo di amicizia firmato a Cerveteri nell’ottobre 2017 tra i sindaci di Taybeh, di Cerveteri, e il Movimento Internazionale Unito per unirsi insieme a tutte le associazioni e comunità aderenti tra cui il Amsi (Associazione dei dottori di stranieri in Italia) e Le Co-mai (la comunità del mondo arabo in Italia). Inoltre ci sarà il prezioso patrocinio dell’ASL Rm4 e dell’Asl Rm5, concesso dal Direttore Generale Dott. Giuseppe Quintavalle, che ha partecipato e partecipato alla riunione di ottobre.

“Un congresso voluto da Shuaa Mansuor e Alessio Pascucci con me per continuare il patto di amicizia tra l’Italia ei nostri comuni e città palestinesi arabi per parlare solo una lingua universale: la lingua della pace e del dialogo, della conoscenza e della cooperazione internazionale, intensificando la collaborazione nei campi della cultura, dell’istruzione, della salute, dello sport e della scuola, con l’obiettivo di avvicinare le persone e le culture, combattendo i pregiudizi e l’odio razziale e religioso che purtroppo negli ultimi anni è aumentato drammaticamente nel mondo – continua Aodi – che è anche membro del Focal Point per l’integrazione in Italia per l’alleanza delle Civiltà UNAOC – Organismo delle Nazioni Unite e Consigliere dell’OMCEO a Roma con relazioni di delegazione con i Comuni e gli affari esteri.

Sto finendo un viaggio molto emozionante in Terra Santa con i sindaci, la TV, i giornalisti, i medici, gli amici e la famiglia. Tutti guardano l’Italia con simpatia e ammirazione, su molti aspetti che l’hanno resa famosa come cultura, civiltà, sport, musei, giovani e università. E tutti invitano le istituzioni a intensificare la prevenzione nelle infrastrutture e negli alloggi, per evitare tragedie come il ponte di Genova o quelle legate ai terremoti. Per questo motivo, all’unisono, esprimono le condoglianze e la solidarietà per le vittime e gli sfollati, che sono ancora in attesa di un accordo definitivo.

“Siamo estremamente onorati di poter continuare il viaggio iniziato il 23 ottobre nella nostra città – ha affermato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – con la promozione di un grande Congresso per la Pace Internazionale che sarà un esempio di integrazione e accettazione, valori Che purtroppo oggi nel nostro Paese sono troppo spesso interrogati, siamo pronti a dimostrare ancora una volta che iniziative come queste sono portate avanti insieme a realtà così lontane geograficamente da noi ma vicine allo spirito, con le quali siamo pronti a costruire un rapporto di amicizia, collaborazione e condivisione delle nostre tradizioni, della nostra cultura e della storia dei nostri due paesi.

“Per noi è anche motivo di orgoglio – prosegue il sindaco Alessio Pascucci – che Uniti x Unire e il suo fondatore Foad Aodi hanno scelto di partire lo scorso ottobre iniziando proprio da Cerveteri, la nostra città, un percorso così importante. Amministrazione e Movimento stanno collaborando e propongono iniziative congiunte, tutte di grande importanza “.

“Sono orgoglioso di portare iniziative come questa – conclude Pascucci – sia dal Sindaco che dal Coordinatore Nazionale d’Italia nella Municipalità, un partito nato dalla necessità di un vasto campo di sindaci e cittadini italiani per ribadire valori, come quelli di integrazione e accoglienza, proprio quando ci troviamo di fronte a un crocevia di storia, e quindi di politica, da cui non è più possibile tornare indietro, per questa ragione come l’Italia nel Comune, in collaborazione con Foad Aodi e UnitixUnire e il Sindaco di Taybeh Shuaa Massarwa Mansour, abbiamo deciso di lanciare questo grande Congresso per la Pace Internazionale, sperando che possa contribuire a rappresentare, anche al di fuori dei confini nazionali, il volto di un’Italia solidale che va oltre le polemiche e la retorica dell’odio “.

 

Link

 

Altri articoli

RASSEGNA STAMPA 19/07/24. Immigrazione Aodi (Amsi-Uniti per Unire): «Agire su due fronti, arginando da una parte l’immigrazione irregolare, ma dall’altra promuovere la buona immigrazione. Due piani distinti che possono cambiare il nostro Presente e il nostro futuro».

Aodi (indagine Amsi-Umem-Uniti per Unire): Tra gli immigrati, che intraprendono il viaggio della speranza che sarebbe meglio chiamare della disperazione, dall’Africa all’Italia, solo il 13% riesce a raggiungere la meta

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare