italiannetwork: IMMIGRAZIONE – MANHATTAN – AODI(CO MAI):” CONDANNA PER QUALSIASI TIPO DI VIOLENZA”. “RIBADITO IMPEGNO A FAVORE INTEGRAZIONE E DIALOGO. NO A MANIERE E TONI FORTI DI TRUMP”

 

Un ordigno nascosto in un cassonetto è esploso ieri sera a Manhattan, tra la 23ma strada e la 7ma avenue nel quartiere di Chelsea, causando almeno 29 feriti di cui uno in gravi condizioni. L’esplosione che ha scosso il quartiere di Chelsea, nel cuore di Manhattan, è stata fortissima: i social media, immediatamente inondati di commenti e notizie, raccontano che il rumore è stato sentito anche sull’altra sponda del fiume Hudson, ad Hoboken.

In attesa di altri elementi e dettagli riguardo il gravissimo attentato,le comunità del mondo arabo in Italia ( Co-mai)esprime la solidarietà all’America ed ai feriti ed ai loro famigliari: “condanniamo come sempre qualsiasi  tipo di violenza e di terrorismo senza ambiguità perché nessuno può uccidere o provocare violenza o attentati nel nome del dio” dichiara Foad Aodi Presidente Co-mai e del movimento internazionale Uniti per Unire e Focal Point per l’integrazione in Italia per l’alleanza tra le civiltà -UNAoC. Aodi ribadisce “il nostro impegno a livello nazionale ed internazionale contro il terrorismo ed a favore del dialogo e l’integrazione Porta a Porta per combattere anche’ i lupi solitari”.

“Il grande successo popolare di #cristianinmoschea l’11 e 12.09 ha messo l’accento sull’importanza di integrazione e dialogo “Porta a Porta e del coinvolgimento delle comunità ed associazioni musulmane, arabe e di origine straniera sia osservanti che laici  per abbattere il muro del silenzio, dell’indifferenza, dell’ambiguità confusione del pregiudizio e della paura da una parte e la guerra alle religioni dall’altra parte”. “Per proseguire il nostro impegno a favore dell’alleanza tra le civiltà,le culture e le religioni il presidente delle Co-mai  fa’ gli auguri alla Comunità Ebraica per la giornata della cultura”

“Infine Aodi invita tutti alla cautela e responsabilità nelle loro dichiarazioni compreso il candidato Trump che utilizza termini molto forti e minacciosi contro gli immigrati ,i musulmani e gli arabi che penalizzano l’integrazione ed il dialogo con il vero mondo islamico e mondo arabo”. (19/09/2016-ITL/ITNET)

 

italiannetwork

Link

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare