Immigrazione,Uniti per Unire;Come dalle diversità nascono proposte e strumenti di dialogo: L’Organismo garante della buona immigrazione e delle nazionalità.

 

Immigrazione,Uniti per Unire;Come dalle diversità nascono proposte e strumenti di dialogo: L’Organismo garante
della buona immigrazione e delle nazionalità.
 

VII Convegno Nazionale del Centro Studi Specialistici  Rajas

Si è svolto a Roma il 13 dicembre il VII Convegno Nazionale ”Assistenza sanitaria
per gli stranieri” organizzato dal Centro Ricerca e Studi Specialistici
Rajas
diretto dalla 
Professoressa Rosanna Alfieri, in collaborazione
con  
Amsi, Co-mai, Uniti per Unire ed il giornale online La Svolta  che ha visto partecipare più di 160 professionisti ed
esperti internazionali. 

La ricchezza di questo incontro sta nel suo carattere multiculturale, inter-religioso,
fatto di calore e di umanità oltre che di studi approfonditi e delle loro realizzazioni.

L’attenzione si concentra sugli immigrati anziani, sui disabili, sulle donne e sui minori
stranieri che già per questo  considerazione, identità e rispetto dei loro
diritti. Se c’è in Italia chi ignora e denuncia l’immigrazione alla stregua di
un morbo incurabile, c’è anche chi la affronta con proposte e programmi reali
che sono condivisi a livello internazionale.

“Abbiamo voluto fonderci ed educarci a tante cose, all’amore, alla vita, all’interesse
ed al rispetto altrui.  Non affrontiamo solo materie medico-sanitarie
ma anche sociali, di forte impatto”. Esordisce la Professoressa Alfieri
del Centro di 
Ricerca e Studi
Specialistici Rajas.

Con una lettura penetrante Mons. Adeodato Leopoldo Mancini, Patriarca della
Chiesa assiro caldea
 benedice “i portatori di pace e di scienza”
invitando i presenti a prendere coscienza della loro umanità “per un noi
realizzante di coscienza e di amore”.

Segue il messaggio incisivo del Prof. Foad Aodi Presidente di Amsi, Co-mai e del Movimento Uniti X Unire. “Dialogo, pace, conoscenza. Il nostro impegno dal 2000 si è basato su queste tre parole che hanno portato a più di 400 convegni. Sono parole vere, nascono dal cuore. L’immigrazione non può essere strumentalizzata. Il Mondo Arabo vuole la pace, si associa alle altre religioni e chiese per difenderla. Dobbiamo dire no all’ipocrisia ed alla falsità che si cela dietro un aiuto apparente. La Co-mai e la Lega Araba sono i
primi a contrastare l’immigrazione irregolare e lo sfruttamento umano che ne
consegue”.

L’Ambasciatore della Lega Araba in Italia Prof. Nassif Hitti riporta la sua incisiva dichiarazione: Ribadisco l’importanza di tutte le Associazioni che sono unite per uno scopo nobile ed utile a tutti. Come Lega dei Paesi Arabi siamo sempre disposti ad intensificare i rapporti con l’Italia e siamo fieri di continuare in questa cooperazione. Oltre questo canale diplomatico vogliamo intensificare il rapporto tra i popoli e la società civile che è basata sul rispetto reciproco. E’ molto importante promuovere il dialogo culturale ed inter-religioso fondato sulla differenza. La differenza non è un ostacolo ma una ricchezza. Esprimo tutto il mio apprezzamento per questa iniziativa che rappresenta un ponte di conoscenza tra l’Italia ed i Paesi Arabi”.

Una proposta lungimirante parte dai presidente del convegno l’Avvocato Mario Pavone Presidente di A.N.IM.I, Foad Aodi e Rosanna Alfieri che vogliono istituire un Organismo garante della buona immigrazione e delle nazionalità specifico per l’immigrazione, dove le energie saranno unite per evitare speculazioni nell’inserimento dei cittadini stranieri in
Italia
. “Continuiamo a lottare in questa direzione, lancio un appello alle autorità ed alle istituzioni per un maggiore attenzione ai minori stranieri, alle donne ed ai lavoratori immigrati che lavorano in nero”. Afferma l’Avvocato Pavone.

L’Ambasciatore Nassif Hitti, Foad Aodi, Mario Pavone, Rosanna Alfieri ed altri 6
relatori sono stati premiati dal Vescovo 
Mons. Adeodato Leopoldo Mancini, Patriarca della Chiesa assiro caldea con Croce al Merito per il loro nobile impegno.

La conferenza prosegue senza indugi affrontando la disabilità raccontata e resa forza da Giuseppe Trieste, Presidente di FIABA, nella sua incessante lotta alle discriminazioni nei confronti delle persone diversamente abili.

Segue la Sezione “Educazione e ricerca” moderata da Cosimo LorèMedico Legale e Criminologo di UniSiena, un’occasione rara di “spontaneismo” senza etichette, a favore  del dialogo.

L’Associazione Uniti X Unire rappresenta un grande successo. Un movimento internazionale, transculturale ed inter-professionale che conta 32.000 membri provenienti da ambiti diversi. La “buona” immigrazione deve combattere la “cattiva”
immigrazione, quella illegale che subisce sfruttamento. Troppo spesso la politica sfrutta l’immigrazione. Vogliamo una politica vera, basata su un censimento del mercato del lavoro che faccia venire in Italia chi ha la possibilità di trovarvi lavoro. Chiediamo l’istituzione di un
Organismo garante della buona immigrazione e delle nazionalità
che fungerà da tramite tra individui immigrati e tra le Associazioni rappresentanti. Tale Organismo dovrà agire in maniera apartitica ed avere come unica bandiera il rispetto dell’altro”.

Oltre all’immigrazione, al Convegno si è data voce a gravi problematiche medico-sanitarie che riguardano specifiche tipologie di malattie, per le quali è necessaria una cooperazione internazionale che riguarda tutti e propone dei protocolli da stabilire. Tra i numerosi esperti che sono stati coinvolti Vadim Beregosky (Accademia Ukraina della Scienza), il Dott.Giuseppe Dore e la Dott.ssa Mariella D’Onofrio.

Con un sincero ringraziamento all’organizzazione, usciamo da questa giornata carichi di spunti e di energia per realizzare programmi di lavoro mirati ed efficaci. Ci sentiamo ancora più forti perché uniti da quel potente amalgama che si chiama umanità ed amore per il prossimo.

Il nostro augurio è che l’Organismo garante della buona immigrazione e delle nazionalità diventi operativo il prima possibile coinvolgendo tutti coloro che senza ipocrisia
lavorano per il raggiungimento di questi obiettivi comuni.  

A cura di Elena Rossi ;Giornalista della Svolta.

 Foto Premiazione Ambasciatore della Lega Araba Hitti e Foad Aodi (1)

Altri articoli

RASSEGNA STAMPA 24/05/24. Impegno sociale, cooperazione internazionale, solidarietà, salute globale, lotta contro la violenza per difendere le donne. La partecipazione a tre eventi-dibattiti in un solo giorno testimoniamo la forza degli obiettivi di Amsi, Umem e Uniti per Unire. (La Voce del Parlamento.it).

Aodi: «Sono stato relatore e moderatore, il 23 maggio, di tre convegni, su temi come Salute Globale Internazionale e Difesa dei Diritti delle Donne e Lotta alla violenza di gruppo.

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare