Immigrazione,Uniti per Unire ,chiediamo una svolta Mondiale ,Coraggiosa ed Umana

UxU-Miti

Comunicato Stampa

 

      Immigrazione,Uniti per Unire  ,chiediamo una svolta Mondiale ,Coraggiosa ed  Umana

 

Uniti per Unire e le associazioni aderenti esprimono Cordoglio per le vittime del mare. Dicono basta alla strumentalizzazione per fini politici sui morti, Sì alle politiche per l’integrazione, Sì agli accordi bilaterali e ad un’immigrazione programmata. Dicono, a voce alta, No alla schiavitù e allo sfruttamento degli esseri umani.

 

 Si è tenuto ieri, giovedì 3 ottobre, un nuovo incontro dell’Ufficio di Presidenza di Uniti per Unire. La portavoce del Movimento, Federica Battafarano, ha ringraziato tutti i partecipanti della loro numerosa presenza e ha aperto la discussione introducendo la delegazione che si è recata a Gerusalemme.

 Il Dott. Giuseppe Quintavalle, Direttore Generale Asl RM F ha illustrato le attività svolte dalla Delegazione congiunta inviata in Terra Santa dal 15 al 19 settembre, fissando i prossimi obiettivi. “La delegazione ha visitato ospedali, svolto incontri sanitari e conferenze mediche. Questo ci ha consentito di capire meglio i problemi e le necessità che ci sono. Abbiamo incontrato il sindaco di Baka al Karbia, villaggio arabo-palestinese che si trova in Israele, gemellato con la città di Civitavecchia. È stato particolarmente intenso il rapporto di collaborazione instaurato con l’Associazione dei Soccorritori Arabi e con l’Ordine dei Medici,Odontoiatri , Farmacisti ,Architetti ed Ingegneri palestinesi . Un ringraziamento particolare vorrei dedicarlo a  Mahmud Aarar che ha accompagnato e funto da interprete per la delegazione  e Mehmad Watad, Giornalista di aljazeera.net e rappresentante di  Uniti per Unire a Nazaret.”

 La Dott.ssa Barbara D’Andrea, Primario del Dipartimento di emergenza dell’Ospedale ‘San Paolo’ di Civitavecchia, ha presentato il nuovo corso d’aggiornamento messo a punto per la formazione degli Operatori sanitari a Gerusalemme, che si svolgerà per video-conferenza via Skype.

Il Dott. Fabio Abenavoli ha parlato dell’attività della Ong Emergenza Sorrisi. “Con Uniti per Unire si è creata un’importante sinergia che ha contribuito a rendere immediatamente operativa l’Alleanza Sanitaria che unisce sotto uno scopo comune la nostra Associazione, Uniti per Unire, l’Azienda Sanitaria ASL ROMA F, l’AMSI (Associazione Medici Stranieri in Italia) e la CO-MAI (Comunità del Mondo Arabo in Italia).”

 

 Il Fondatore di Uniti per Unire  Foad Aodi ha illustrato le ultime attività svolte e le importanti vittorie ottenute a favore del principio dei diritti e doveri per andare oltre l’integrazione e concentrarsi sul dialogo e la conoscenza interculturale ed interreligiosa. Ha poi annunciato  il Convegno “Sanità, Solidarietà, Emergenza Sanitaria e Cooperazione Internazionale”, che si terrà il prossimo 26 ottobre a Civitavecchia. “In quell’occasione – ha dichiarato il Presidente Aodi – sarà presentato il gemellaggio tra Civitavecchia e Baka al Karbia, alla presenza dei sindaci delle due Città. Saranno presenti numerose autorità ed i rappresentanti delle associazioni firmatarie del protocollo d’intesa a Gerusalemme.”

Inoltre sono intervenuti  i membri dell’ufficio di Presidenza di Uniti per Unire , Il Dr.Walid Srouji ed il Dr. Mohamad Ali Zaraket rispettivamente  il  Presidente ed il Segretario dell’Associazione dei Medici Libanesi in Italia  insieme ad altri medici libanesi dell’Amsi ,della Co-mai e di Uniti per Unire per sostenere le attivita’ di Uniti per Unire e concordare  una collaborazione congiunta per inviare una delegazione medica in Libano .

 

Nel corso dell’incontro si è  affrontato il tema della sicurezza sui posti di lavoro promosso con la collaborazione dei medici, ingegneri , architetti e Fisioterapisti di Uniti per Unire, del Prof. Mariano Innocenzo,Primario di Medicina del Lavoro , membro  della Direzione Generale INAIL e degli architetti Mamoun Barghouthi (coordinatore del Dipartimento di Ingegneri ed Architetti  di Uniti per Unire) e Hassane Assi ,nonche’ dell’A.N.Co.R.S.

Sempre in materia di Sicurezza e Lavoro  sono intervenuti i fisioterapisti Gianfranco Saturno , Sandro Battistini e Pina la Donna a favore della prevenzione sui posti di lavoro e le  patologie articolare e vertebrale correlate.

 

Interventi di alto spessore sono stati sia quello del Dott. Tito Rizzo, Consigliere Capo Servizio del Quirinale, che ha affermato la necessità di tutela dei diritti umani quale valore fondante della nostra Costituzione ,che quello del vice Ambasciatore della Lega dei Paesi Arabi in  Italia Zouari Zouheirche ha espresso il suo appoggio ed apprezzamento alla platea qualificata e rappresentativa di Uniti per Unire che sta faccendo passi da gigante,concreti e costruttivi, a livello nazionale ed internazionale .

 
Con partecipazione di tutti i presenti, è stato osservato un minuto di silenzio per la tremenda e tragica notizia della morte degli immigrati a Lampedusa . “Chiediamo che ci sia subito una svolta a favore degli accordi bilaterali – ha commentato Foad Aodi presidente dell’Amsi e Co-mai  – per combattere l’immigrazione clandestina . Ogni migrante che muore prima di raggiungere un porto sicuro è una sconfitta per ogni essere umano.”

A nome di Uniti per Unire e le associazioni e le comunità aderenti, Foad Aodi ha chiesto

-che venga intensificato il dialogo e la collaborazione tra l’Italia ed i paesi di origine,

 -che l’Europa attenda ai suoi doveri e non lasci l’Italia da sola,

 -che non venga strumentalizzata la morte degli immigrati per fini politici,

 -che si faccia una vera e mirata cooperazione internazionale,

 -che si formi un team permanente ed esperto di medici italiani e di origine  straniera per l’assistenza sanitaria sotto la guida della Fnomceo  ed in collaborazione con l’Amsi e Inmp,

 -che si apra un corridoio sanitario nei paesi in grande difficoltà umanitaria e sanitaria,

 -che si intensifichi la collaborazione interministeriale,

 -che venga modificata la legge Bossi -Fini 

-che la Ministra Kyenge intensifichi anche la collaborazione con le associazioni e le comunità esperte e vada oltre la fase iniziale del suo insediamento. Si è, infatti, parlato prevalentemente di atti di razzismo e si sono strumentalizzate le sue dichiarazioni. Auspichiamo che vengano archiviate e si faccia subito un cambio di rotta da parte di tutti.

-Proprio  tutti insieme, associazioni, comunità, istituzioni e forze politiche collaborino per avviare un percorso culturale ed organizzativo a favore delle politiche d’integrazione e contro le politiche dell’odio e dei pregiudizi.

 

Altri articoli

RASSEGNA STAMPA 24/05/24. Impegno sociale, cooperazione internazionale, solidarietà, salute globale, lotta contro la violenza per difendere le donne. La partecipazione a tre eventi-dibattiti in un solo giorno testimoniamo la forza degli obiettivi di Amsi, Umem e Uniti per Unire. (La Voce del Parlamento.it).

Aodi: «Sono stato relatore e moderatore, il 23 maggio, di tre convegni, su temi come Salute Globale Internazionale e Difesa dei Diritti delle Donne e Lotta alla violenza di gruppo.

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare