IMMIGRAZIONE – LIBIA – DAL PRES. DEL CO-MAI E AMSI:”NO ALLA VIOLENZA. SI AL DIALOGO INTERRELIGIOSO “

(2012-09-12)

  “No ad ogni forma di strumentalizzazione e offese religiose ,No alla violenza ,Si al dialogo interreligioso ed interculturale”  Questo l’appello che lancia  il presidente Co-mai ed Amsi, promotore del Movimento Uniti Per Unire Prof. Foad Aodi, affinché si fermino tutti gli episodi e le iniziative individuali che offendono e toccano la sensibilita’ religiosa come e’ successo negli ultimi anni ma questo non giustifica  mai nessuna forma di violenza .

Siamo molto dispiaciuti dell’assenza di una politica estera europea e dell’Onu ,Continua Aodi,  per sostenenere la fase di transizione che la Libia ed alcuni nostri paesi di origine stanno attraversando con tante difficolta’ .
Noi ci rivolgiamo al Ministro degli affari Esteri Italiano Giulio Terzi di Sant’Agata affinche’ possa intensificare il sostegno al popolo e Governo libico e sia  un promotore di politiche costruttive e dialoganti con i popoli dei nostri paesi di origine e consentire all’Italia di assumere un ruolo di primaria importanza ,prestigio e credibilita’ in Libia , nei nostri paesi di origine e nel medioriente.

Esprimiamo il nostro sostegno ai nostri popoli e civili in difficolta’ umanitaria e sanitaria unitamente e ci auguriamo che presto possano iniziare a vedere ed appprezzare le risposte alle loro numerose richieste di questi ultime due anni.Condoglianze per la morte dei civili e dei diplomatici in Libia .”(12/09/2012-ITL/ITNET)

http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=38347

Altri articoli

RASSEGNA STAMPA 24/05/24. Impegno sociale, cooperazione internazionale, solidarietà, salute globale, lotta contro la violenza per difendere le donne. La partecipazione a tre eventi-dibattiti in un solo giorno testimoniamo la forza degli obiettivi di Amsi, Umem e Uniti per Unire. (La Voce del Parlamento.it).

Aodi: «Sono stato relatore e moderatore, il 23 maggio, di tre convegni, su temi come Salute Globale Internazionale e Difesa dei Diritti delle Donne e Lotta alla violenza di gruppo.

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare