Immigrati, Aodi (Amsi): ci appelliamo al Governo Renzi per una nuova legge per l’immigrazione , “Gli immigrati non portano malattie, si ammalano in Italia. Certe dichiarazioni sono vergognose”

 

A. M. S. I.  
Associazione Medici di origine Straniera in IItalia

Immigrati, Aodi (Amsi): ci appelliamo al Governo Renzi per una nuova legge per l’immigrazione ,
“Gli immigrati non portano malattie, si ammalano in Italia. Certe dichiarazioni sono vergognose”
Continuiamo a contare i morti nel mare che sono anche sottostimati,Continuiamo a contare il numero degli immigrati che arrivano ogni giorno ,Continuiamo a chiedere una vera svolta per una nuova legge per l’immigrazione con il rispetto dei diritti e doveri e dei diritti umani senza creare nessuna guerra tra poveri e strumentalizzazione contro gli immigrati ,Continuiamo a chiedere di salvare gli immigrati dagli sfruttatori degli esseri umani ,per questo ci appelliamo al Governo Renzi con fiducia e speranza per una nuova legge d’immigrazione e per il rispetto degli accordi bilaterali e per una politica comune e forte della comunita’ europea nell’immigrazione .
 “In 14 anni di attività svolta negli ambulatori Amsi,e’ stato confermato che gli immigrati non portano malattie . Detto questo, abbiamo sempre invitato tutti a non abbassare la guardia. Siamo dunque molto, ma molto amareggiati per le continue dichiarazioni che hanno fini solo politici ed elettorali: è ora di smetterla di giocare sulla salute degli immigrati”. Così Foad Aodi, presidente Amsi ed uniti per Unire  commenta le recenti dichiarazioni , secondo cui gli immigrati porterebbero malattie.
“Con tutta la nostra esperienza come Amsi- prosegue-, in collaborazione con l’Ordine dei medici di Roma e la Fnomceo, abbiamo dimostrato che gli immigrati non portano malattie dall’estero, ma che la maggior parte di loro si ammala dopo aver raggiunto l’Italia perché, per vari motivi psicologici, si abbassano le difese immunitarie. Com’è ben noto, poi, si tratta di persone disagiate dal punto di vista economico, abitativo e lavorativo.
Quello che al presidente Aodi dispiace, però, “è che un partito italiano- aggiunge- voglia basare la sua politica solo contro i cittadini di origine straniera, lanciando allarmi di terrorismo psicologico”. Secondo il presidente Amsie co-mai , dichiarazioni come queste “hanno tra l’altro effetti molto negativi, soprattutto nelle scuole: i bambini italiani cominciano a non essere tranquilli quando si trovano vicini di banco un bambino immigrato, e le loro stesse mamme vengono isolate. Non dobbiamo poi mai dimenticare quella proposta, che abbiamo combattuto e rimandato al mittente- conclude-, che proponeva ai medici di diventare praticamente ‘spie’. Vergognoso”.

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare