ildistretto: Co-Mai: no alla chiusura cieca delle moschee italiane

No alla chiusura cieca delle moschee in Italia. No all’azione anti-integrazione portata avanti da alcuni politici italiani sulla scia della decisione annunciata dal governo tunisino di chiudere 80 moschee subito dopo gli attacchi di Sousse.

”Ci opponiamo alla chiusura cieca delle moschee”, afferma il presidente della Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai), Foad Aodi, riferendosi esplicitamente alle parole pronunciate ieri a Milano dal governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni. ”Ribadiamo la nostra richiesta – già avanzata mediante il manifesto Co-mai – che comprende un registro e una mappa per le moschee, che ne regoli e ne autorizzi la presenza sul territorio italiano”. Non devono esserci, avverte il presidente dell’Associazione dei Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI) e del Movimento Internazionale ‘Uniti per Unire’, ”predicatori dall’estero. Chiediamo a viva voce un albo per gli Imam, con la preghiera o kotba del venerdì anche in lingua italiana”.

il distretto

Link

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare