Giovedì 13 marzo si è riunito il dipartimento del gruppo giovani

Comunicato Stampa

 Uniti per Unire: il dipartimento del gruppo giovani a lavoro.

 

Giovedì
13 marzo si è riunito il dipartimento del gruppo giovani. Durante l’incontro è emersa
la necessità di fare della diversità una ricchezza e un valore aggiunto per il
movimento. 

“Le proposte che il gruppo elaborerà – ha detto Valentina Velocci – saranno
frutto del lavoro e delle proposte fatte con gli occhi e la sensibilità dei
giovani”.  

 

Considerata la natura cosmopolita
del movimento, nell’ambito della politica nazionale ed estera si cercheranno
sinergie costruttive tra istituzioni e associazioni con lo scopo di apportare migliorie
nel sistema universitario e nel mondo del lavoro.

 

Il
tavolo di lavoro è proseguito raccogliendo le impressioni dei partecipanti e le
motivazioni che li hanno spinti ad aderire al movimento cercando di trovare lo
scopo comune.

 

Shadi  Kiall, studente di medicina presso
l’università di Tor Vergata, ha parlato delle problematiche che, lui stesso in
qualità di studente straniero di medicina, ha riscontrato sia nell’ambito universitario
che sanitario e ha proposto di partire proprio dal vissuto esperienziale di
ciascuno per elaborare proposte concrete da sottoporre all’attenzione delle
Istituzioni competenti.

 

Il
gruppo ha individuato la necessità di calendarizzare gli incontri almeno una volta
al mese per lavorare in maniera costante e continuativa e per dar modo al gruppo
di crescere.

 

I
temi oggetto dei prossimi incontri saranno:

         – Università

       –   Corsi
formazione

       –   Lavoro
per la generazione degli “outsider”

“L’obiettivo
che si vuole raggiungere – ha detto Giampiero Peccioli – è quello di instaurare
con le università un dialogo costruttivo per far conoscere il movimento e le sue
idee e unire altre persone in grado di dare il proprio contributo.”


943549_10200490663362932_1848787075_n

 

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare