Foad Aodi (AMSI e Co-mai) su discorso Mattarella

Sergio Mattarella, Foad Aodi (AMSI e Co-mai): apprezzamento e sostegno all’appello di Mattarella sui diritti e doveri, rispetto reciproco, convivenza e volontariato

Crivellaro, Gelindo – Pittore italiano – Olio su tela – cm. 70 x 80

Grazie presidente per il suo saluto a tutti sia italiani che immigrati in Italia.

Così il presidente dell”Associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) e le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) Prof. Foad Aodi medico Fisiatra commenta il prezioso, costruttivo e molto efficace discorso del presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella condividendo e apprezzando tutti gli argomenti trattati che sono pilastri di una proficua convivenza e dialogo inter-religioso e la lotta all’odio e alla paura in una società globalizzata.

Noi continuiamo ad impegnarci a favore del dialogo e dei diritti e doveri senza mai trascurare la sicurezza e gli interessi dell’Italia e degli italiani compresi gli immigrati. Continua Aodi ribadendo il no alla paura, il no alla solitudine, il no alla disoccupazione, il no al terrorismo, il no alle discriminazioni, il no alla guerra alle religioni, il no al razzismo sportivo, sociale, culturale e religioso, il no alle guerre tra i poveri, il no alle circoncisioni clandestine, il si al rispetto culturale e religioso, il si alla pace, il si al diritto alla salute e al SSN, il si ad una Italia unita, solidale, non razzista e forte nel mondo a favore dei diritti umani, della conoscenza e il dialogo tra le civiltà.

Source site

Altri articoli

COMUNICATO STAMPA 15/04/24. Amsi-Uniti per Unire «Bene la cancellazione del tetto di spesa per i professionisti sanitari ma soprattutto arrivino finalmente contratti a tempo indeterminato. Solo così si può aumentare del 50% la risposta dei medici e infermieri di origine straniera rispetto alle domande delle Regioni».

Aodi: «Continua la nostra collaborazione  costante con le regioni: è una scelta obbligatoria in questo momento quella di rivolgersi ai professionisti della sanità di origine straniera, visto che si tratta

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare