esciti: Foad Aodi Sosteniamo il dialogo, la pace, la riforma e la difesa dei diritti e dei diritti dei poveri e dei rifugiati

 

Così le comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e la Confederazione Internazionale laica interreligiosa (Cili-italia) insieme alle comunità ed associazioni aderenti al movimento internazionale “Uniti per Unire” sostengono e appoggiano Papa Francesco contro i suoi nemici interni e esterni,  che sono gli stessi nostri nemici . Percui dichiarano #NessunoTocchiFrancesco. Il sostegno al Pontefice è determinato  e senza ambiguità.
La posizione delle Co-mai e di Cili-italia nei confronti del Papa è molto chiara, sin  dal primo giorno della sua elezione , dove sono state condivise le sue posizioni , le sue iniziative e le  sue dichiarazioni in favore del dialogo ,della Pace ,degli immigrati e del rapporto con il mondo arabo e musulmano,  compresi quelli con i nostri preziosi fratelli cristiani in medio oriente.
Le Co-mai e Cili-Italia non condividono la posizione sterile di chi contrasta l”operato costruttivo di Papa Francesco ed il suo impegno in favore del dialogo con il mondo arabo e musulmano e del  suo riformismo , sempre trasparente nell’ ambito della Chiesa e dei suoi rapporti con le altre religioni . È stato sino ad ora Importante anche il suo operato e la sua totale collaborazione contro il terrorismo e le discriminazioni.

“L”abbiamo difeso sin da subito,  e continuiamo a farlo con convinzione. Francesco è uno strenuo difensore dei diritti universali, del vero dialogo e della pace senza mezzi termini”- dichiara Foad Aodi Fondatore delle Co-mai e di Cili-italia – il quale continua a dire che “siamo stati i primi ad affermare senza esitazioni che i veri e feroci nemici di Papa Francesco sono solo quelli  che ,nella Chiesa, vogliono  contrastare la sua azione  innovativa e la sua vera apertura all”Islam “
Lo dimostra il fatto alcuni vescovi non hanno apprezzato né aderito  alle nostre iniziative mondiali #Musulmaninchiesa l”31.07.2016  e #Cristianinmoschea l11.09.2016 e 11.07.2017  e #FestedelDialogo dove sono stati coinvolti migliaia di  musulmani ,cristiani ,ebrei e laici . Per fortuna le iniziative hanno avuto un eco mondiale , di cui  ancora si parla in Europa ,Italia, Medio Oriente e in Terra Santa, dove Aodi si  trova in vacanza, in questi giorni, e per impegni ed incontri istituzionali.
Ci appelliamo a Papa  Francesco affinchè continui, senza esitazioni, nella sua svolta storica, apprezzata in tutto il mondo e da tutte le religioni. Si tratta di una svolta sincera ,umana, portata avanti con linguaggio semplice e sempre in favore di chi è in difficoltà .Il tutto è stato dimostrato dal positivo atteggiamento sugli ultimi fatti  come quella della nave Diciotti e dagli appelli contro le guerre, come quella in Siria, e per la pace in Palestina.  Papa Francesco ha svolto anche un prezioso ruolo nel favorire la democrazia e la libertà nel mondo . Un mondo pieno di ponti , senza muri e senza pregiudizi ed egoismi .

 

Link

 

Altri articoli

COMUNICATO STAMPA 15/04/24. Amsi-Uniti per Unire «Bene la cancellazione del tetto di spesa per i professionisti sanitari ma soprattutto arrivino finalmente contratti a tempo indeterminato. Solo così si può aumentare del 50% la risposta dei medici e infermieri di origine straniera rispetto alle domande delle Regioni».

Aodi: «Continua la nostra collaborazione  costante con le regioni: è una scelta obbligatoria in questo momento quella di rivolgersi ai professionisti della sanità di origine straniera, visto che si tratta

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare