dire: Omceo Roma e oftalmologia legale, in oculistica denunce all’ordine del giorno

 

(DIRE) Roma, 16 nov. – Medicina difensiva e oftalmologia, malpractice, responsabilita’ legali del medico, problematiche assicurative per chi opera all’estero, sinistri e citazioni da terzi. Sono alcuni dei temi al centro del corso di aggiornamento rivolto a medici oculisti dal titolo ‘Oftalmologia legale, luci e ombre’ che si e’ tenuto nella sede dell’Omceo di Roma ed e’ stato aperto dal presidente Antonio Magi.

“Un convegno molto importante che rientra nelle politiche dell’Ordine dei Medici e si concentra su alcuni punti fondamentali che bisogna approfondire per far lavorare i medici in serenita’ e favorire il rapporto tra loro e i pazienti” ha spiegato il promotore e coordinatore del corso, consigliere dell’Omceo Roma, Foad Aodi.

“La medicina difensiva in ambito oculistico e’ un argomento delicato, le denunce sono all’ordine del giorno- ha detto invece il responsabile Uos Emergenza Oculistica del San Camillo, consiglierte dell’Omceo Roma, Roberto Bonfili- perche’ il paziente vuole il risultato migliore e a volte cio’ e’ dato dal fatto che su internet si trovano dati molto incoraggianti relativi all’esito positivo degli interventi. Si creano cosi’ aspettative false. Per questo- ha avvertito- dobbiamo stare attenti a validare certe informazioni, che possono diventare un’arma contro i medici. Inoltre, anche il minimo difetto nella riuscita dell’intervento porta alla citazione a giudizio del medico. Perche’ un piccolissimo difetto visivo e’ percepito continuamente dal paziente”.

Forte della nuova organizzazione del Consiglio in 19 aree tematiche, ognuna delle quali si riunisce in Commissioni coordinate da membri del Consiglio stesso, Omceo Roma organizza una serie di attivita’ formative su specifici argomenti oltre ad “aprire le porte ai cittadini un sabato al mese per rafforzare il legame di fiducia e migliorare il dialogo” come ha ricordato il presidente, Antonio Magi.

L’incontro odierno, rivolto agli oculisti, rientra nell’Area Medico Legale e Rapporti col Tribunale, coordinata da Luigi Tonino Marsella. “La responsabilita’ professionale medica e’ uno degli argomenti di criticita’ dell’attivita’ del medico- ha dichiarato Marsella- ancora dobbiamo renderci conto dei risultati della legge Gelli perche’ non abbiamo sentenze che delineano i vari aspetti chiarificatori, ma sicuramente c’e’ ottimismo, innanzi tutto per il fatto che grazie all’articolo 15 le sentenze devono essere depositate con una consulenza tecnica collegiale mentre prima erano affidate a un medico legale”.

(guarda le videointerviste alla Dire)

 

Link

 

Altri articoli

Salute, Onesti (AISI): «Accordo Regione Puglia con le strutture sanitarie private, con un investimento di 30 milioni di euro, è la strada giusta per uniformare sempre di più sanità pubblica e privata accreditata ed elevare così la qualità delle prestazioni offerte ai cittadini».

ROMA 12 LUG 2024 – «Rilanciare il nostro “Sistema Salute” significa, sempre di più, mettere sullo stesso piano sanità pubblica e sanità privata accreditata, con l’obiettivo di elevare qualitativamente le

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare