dire: Nel Lazio 700 denunce l’anno nei confronti dei medici, Marsella: “Manca ancora cultura della mediazione”

 

 

(DIRE) Roma, 16 nov. – “Prima della riforma Gelli, nel Lazio erano 600/700 le denunce ogni anno da parte di pazienti nei confronti dei loro medici”. E’ quanto ha affermato Luigi Tonino Marsella, consigliere Omceo Roma, in occasione del convegno ‘Oftalmologia legale, luci e ombre’, che si e’ tenuto nella sede dell’Ordine capitolino, aggiungendo che “e’ stato firmato un protocollo col Tribunale di Roma per continuare l’attivita’ di ricerca, che permettera’ di vedere quali saranno i dati piu’ aggiornati”. Questa significativa quantita’ di denunce deriva dalla “mancanza di cultura della mediazione da parte del cittadino e dell’esercente della professione sanitaria- ha aggiunto Marsella- perche’ alla fine tutti si fidano del giudizio del Tribunale. Se riuscissimo a sensibilizzare la comunita’ verso la mediazione eviteremmo il sovraccarico dei tribunali. Il Lazio ha introdotto una Camera di Conciliazione, che e’ allo stato sperimentale e non ci sono ancora dati disponibili”.

 

Link

 

Altri articoli

RASSEGNA STAMPA 19/07/24. Immigrazione Aodi (Amsi-Uniti per Unire): «Agire su due fronti, arginando da una parte l’immigrazione irregolare, ma dall’altra promuovere la buona immigrazione. Due piani distinti che possono cambiare il nostro Presente e il nostro futuro».

Aodi (indagine Amsi-Umem-Uniti per Unire): Tra gli immigrati, che intraprendono il viaggio della speranza che sarebbe meglio chiamare della disperazione, dall’Africa all’Italia, solo il 13% riesce a raggiungere la meta

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare