dire: Giovedi’ al Gemelli workshop su trattamento labiopalatoschisi, interviene Aodi (Amsi)

 

(DIRE) Roma, 23 ott. – Nell’ambito del congresso ‘Patient First: conventional surgery and surgery first’ organizzato dall’Universita’ Cattolica del Sacro Cuore di Roma e dalla Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, Emergenza Sorrisi propone un workshop dedicato al trattamento delle Labiopalatoschisi all’interno del quale saranno eseguiti dal professor Fabio Massimo Abenavoli ben 4 interventi di chirurgia in diretta su pazienti iracheni.

“Parlare di Labiopalatoschisi qui in Italia e poter raccontare le esperienze e le testimonianze raccolte da Emergenza Sorrisi nei Paesi in cui opera e’ per noi un onore e un dovere. Le difficolta’ di chi nasce con una malformazione congenita nei Paesi in via di Sviluppo non sono ancora conosciute abbastanza: e’ fondamentale quindi affrontare il problema portandolo all’attenzione non soltanto di medici e chirurghi ma anche dei non addetti ai lavori, cercando un confronto su temi come quello della buona sanita’ internazionale e dell’importanza di rendere accessibile a tutti un delicato problema genetico malformativo. Grazie agli interventi eseguiti in diretta, inoltre, il workshop regalera’ un nuovo sorriso a due dei nostri pazienti e porra’ le basi affinche’ molti altri ancora possano tornare a sorridere” sottolinea Fabio Massimo Abenavoli, presidente di Emergenza Sorrisi.

A moderare il workshop sara’ Achille Lucio Gaspari, direttore emerito della Cattedra di Chirurgia Generale dell’Universita’ di Tor Vergata e consigliere Emergenza Sorrisi Ong, mentre Fabio Massimo Abenavoli, chirurgo Maxillo Facciale, chirurgo plastico e presidente Emergenza Sorrisi Ong e’ il responsabile del workshop. Ad aprire i lavori alle ore 8.30 sara’ Sandro Pelo, presidente del Congresso e direttore della U.O.C. di Chirurgia Maxillo Facciale del Gemelli. Il workshop proseguira’ poi con l’intervento ‘La buona sanita’ internazionale’ di Foad Aodi, medico fisiatra, fondatore e presidente dell’Associazione Medici di Origine Straniera in Italia (Amsi); a seguire Abenavoli interverra’ con un approfondimento su ‘La medicina nei paesi in via di sviluppo: La chirurgia delle labiopalatoschisi in un unico tempo’. Massimo Di Giannantonio, direttore della Scuola di Specializzazione in Psichiatria della Facolta’ di Medicina dell’Universita’ di Chieti e consigliere Emergenza Sorrisi Ong, raccontera’ invece la difficolta’ di nascere con una malformazione congenita nei Paesi in via di sviluppo, soffermandosi in particolar modo sul vissuto dei genitori.

Il workshop non si limitera’ pero’ a trattare il tema soltanto dal punto di vista degli addetti ai lavori: dell’importanza di rendere accessibile a tutti un delicato problema genetico malformativo parlera’ Roberto Giacobbo, giornalista scientifico, conduttore televisivo e scrittore italiano, mentre Luciano Moia, caporedattore di Avvenire e coordinatore dell’inserto ‘Noi famiglia e vita’, si soffermera’ sul tema ‘Etica e Comunicazione’. A seguire Francesco Carinci, professore associato di Chirurgia Maxillo-Facciale presso Universita’ di Ferrara terra’ un workshop sui ‘Fattori genetici nell’insorgenza della labiopalatoschisi non sindromica’, dopo il quale Stefano Morelli, cardio anestesista pediatrico, capo anestesista Emergenza Sorrisi Ong, approfondira’ il tema della ‘Routine anestesiologica nelle missioni di labiopalatoschisi. L’ultimo intervento sara’ quello di Aws Adel, chirurgo Maxillofacciale, direttore ospedale regionale di Nassiriya (Iraq) e presidente Emergenza Sorrisi Iraq, che parlera’ del centro di eccellenza delle labiopalatoschisi di Nassiriya.

A tutti i partecipanti verra’ poi data la possibilita’ di discutere sugli interventi presentati e alle 13.30 la mattinata si concludera’ con un test di valutazione finale.

 

Link

 

Altri articoli

Salute, Onesti (AISI): «Accordo Regione Puglia con le strutture sanitarie private, con un investimento di 30 milioni di euro, è la strada giusta per uniformare sempre di più sanità pubblica e privata accreditata ed elevare così la qualità delle prestazioni offerte ai cittadini».

ROMA 12 LUG 2024 – «Rilanciare il nostro “Sistema Salute” significa, sempre di più, mettere sullo stesso piano sanità pubblica e sanità privata accreditata, con l’obiettivo di elevare qualitativamente le

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare