COMUNICATO STAMPA 16/5/24. Nominato il nuovo Presidente di Aisi, Associazione Imprese Sanitarie Indipendenti. 

Il nuovo Presidente è la Dott.ssa Karin Saccomanno. Accanto a lei un Comitato Direttivo con numerosi esperti nella sanità a livello nazionale e internazionale.

Il prossimo 28 maggio, all’Ara Pacis, si discuterà di Intelligenza Artificiale. Tavola rotonda con personalità politiche e ospiti illustri: da parte di Aisi intervengo Giovanni Onesti in qualità di Direttore Generale Aisi e il Prof. Foad Aodi, componente del Comitato Direttivo Aisi, Direttore Sanitario di Iris Gruppo Polispecialistico Internazionale e Coordinatore anche della branca Presidi Riabilitazione e Recupero nell’ambito di Aisi.

ROMA 16 MAG – Nel corso della giornata di ieri, il Comitato Direttivo di Aisi, Associazione Imprese Sanitarie Indipendenti, ha nominato il suo nuovo Presidente, nella persona della Dott.ssa Karin Saccomanno, che lascia l’incarico di Segretario Generale e prende il posto del dimissionario Dott. Calenda, come previsto dallo Statuto.

Si libera il posto di Segretario Generale, per il quale viene nominato il Dott. Fabio Vivaldi, figura esperta, per 25 anni nel mondo delle asl romane, che ha concluso la sua prestigiosa vita lavorativa, dopo una prima parte al Ministero della Salute, con l’incarico di Direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica della Asl Rm 2.

Aisi, Associazione Imprese Sanitarie Indipendenti, nasce nel gennaio 2022, con l’obiettivo di rappresentare e tutelare i diritti delle strutture sanitarie, che vanno dallo studio medico alla clinica.

In poco più di 2 anni, Aisi è riuscita a raggiungere l’obiettivo di rappresentare oggi qualcosa come 200 presidi sanitari, quindi vengono anche rappresentate alcune migliaia di dipendenti, con associati che vantano un fatturato che supera i 200 milioni.

«Siamo cresciuti, ci siamo evoluti, dice Giovanni Onesti Direttore Generale Aisi, cercando di essere lobby, cercando anche di costruire una sana collaborazione con le altre associazioni sanitarie, un punto nodale che è sempre mancato nella nostra sanità, e tutto questo ha spesso portato a un mancato riconoscimento da parte delle istituzioni politiche, generando una forma di disinteresse che ha rallentato il processo di crescita nel mondo sanitario. Ogni associazione può avere un ruolo fondamentale nel comparto ed è questo che abbiamo favorito sin dalla nostra nascita e vogliamo promuovere attraverso l’unità di intenti.

La collaborazione ha portato alla fondazione dell’U.A.P, che oggi riunisce diverse sigle sindacali.

Oggi Aisi mira a creare rete, al cui interno non ci si sente competitor, pur lavorando nella stessa città, nello stesso settore, nell’ottica di un presente e di un futuro dove gli imprenditori sanitari hanno compreso finalmente che se non sono uniti rischiano di venire soppiantati da altri operatori del settore, o da nuovi gruppi che entrano nel mondo della sanità con nuove idee, mezzi, e strumenti, come accaduto con il Decreto Semplificazioni e la Farmacia dei Servizi.

Il Consiglio Direttivo Aisi è formato da alcuni componenti di primo livello, quindi membri fondatori, tra cui la Dottoressa Karin Saccomanno, nominata lo scorso 24 febbraio Segretario Generale Aisi e neo Presidente Aisi ed il Dr. Fulvio Basili CEO della Gruppo Ecosafety Srl e Amministratore di un centro ambulatoriale.

Tra i membri nominati dall’assemblea dei soci, figurano il Prof. Foad Aodi, Direttore Sanitario del Centro Medico Iris Italia gestito dal Gruppo Polispecialistico Internazionale e Coordinatore anche della branca Presidi Riabilitazione e Recupero nell’ambito di Aisi, membro del Registro Esperti della Fnomceo dal 2002, già 4 volte Consigliere dell’Ordine dei medici di Roma, personaggio molto attivo nel mondo associativo sanitario, e il Dott. Marco Manicastri CEO di diverse strutture sanitarie che operano nel settore dell’ex art. 26, ovvero la riabilitazione a 360 gradi e nell’Assistenza Domiciliare.

Continua Onesti: «Conoscenza, formazione costante, collaborazione tra gli associati. Come abbiamo detto puntiamo a fare rete e a portare a conoscenza degli associati tutte quelle novità che possono anche riguardare investimenti e il mondo del business. Cerchiamo di essere dinamici nell’offrire soluzioni innovative e informazione costante, come accadrà con prossimo convegno del 28 maggio dove parleremo delle opportunità dell’Intelligenza Artificiale».

L’evento del 28 maggio, Seconda Assemblea Annuale Aisi, si terrà nel prestigioso scenario dell’Ara Pacis. Ci sarà una componente istituzionale, con la presenza del Prof. Amerigo Cicchetti Direttore del Dipartimento Programmazione del Ministero della Salute, e l’On. Cappellacci Presidente Commissione Affari Sociali della Camera. Ci sarà una tavola rotonda, grazie anche alla presenza del Dott. Magi Presidente Ordine dei Medici, il Dott Rufini Presidente di FederAnisap e lo stesso Giovanni Onesti in qualità di Direttore Generale Aisi.

Ci saranno, nel corso del dibattito-convegno, anche gli interventi dell’Arch. Mariastella Giorlandino, Presidente Uap, e del Prof. Foad Aodi, che discuterà di problematiche sanitarie locali e globali.

Si entrerà poi nel vivo della discussione sul tema dell’Intelligenza Artificiale, con la presenza del CNR, con il responsabile della sede di Messina Ing. Pioggia, col Prof. Ferlazzo del Cda del Campus Biomedico e con le Dottoresse Celesti e Russo dell’IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

UFFICIO STAMPA UNITI PER UNIRE

Altri articoli

COMUNICATO STAMPA 24/06/24. Indagine Amsi-Uniti per Unire: in netto aumento negli ultimi 5 anni i numeri dei lavoratori irregolari di origine straniera. Il 50,4% nel settore agricolo, il 49,5% nell’edilizia il 30,6% nell’industria, nel settore terziario il 29,3% e nella sanità il 28,2%. La metà di essi vive situazioni di sfruttamento e schiavitù.

Foad Aodi: l’85% dei cittadini di origine straniera, pur di sopravvivere e di non perdere un lavoro, anche se irregolare e clandestino, decidono loro malgrado di non denunciare. Basta ad

Leggi Tutto »

COMUNICATO STAMPA 22/06/24. Foad Aodi (Amsi): Negli ultimi 5 anni, attraverso il nostro dettagliato e aggiornato report, emerge un pericoloso e drammatico aumento del 42% degli infortuni sul lavoro ai danni di cittadini stranieri, oltre la metà privi di documenti regolari e senza un contratto di assunzione, in special modo in settori come l’agricoltura e l’edilizia. E’ il fallimento della politica!

Amsi-Uniti per Unire: escalation di morti e incidenti sul lavoro tra i cittadini stranieri. La triste e drammatica realtà della schiavitù moderna è sotto i nostri occhi in Italia.Chiediamo giustizia

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare