Comunicato della Rete Italiana per il dialogo Euromeditterraneo

 

Roma, 19 novembre 2015
Il Comitato Esecutivo RIDE rilancia proposte per il Dialogo euromediterraneo per reagire alle minacce di guerra psicologica.
l Comitato Esecutivo RIDE eletto dall’assemblea generale dell’11 settembre scorso, nella seconda riunione di lunedì 16 novembre presso il MAECI, condanna nettamente gli esecutori e soprattutto i mandanti vigliaccamente nascosti degli orribili attentati di venerdì scorso a Parigi e rifiuta con pacata fermezza il tentativo di terrorizzare e condizionare l’opinione pubblica francese ed europea per imporre un grottesco scontro di civiltà respinto al mittente. Esprimendo la più profonda solidarietà ai cittadini ed al governo francese, in particolare alle vittime dei vili attentati ed i loro familiari, la volontà della RIDE di operare con tutte le istituzioni per rafforzare il dialogo tra le culture ed identità collettive come strumento di comprensione e conoscenza reciproca in uno dei momenti più oscuri e difficili per la nostra regione è stata espressa in una lettera al Ministro degli esteri Gentiloni. I 10 membri del CE, che include il Min. Enrico Granara in rappresentanza del MAECI, hanno discusso diverse proposte per reagire ai recenti atti terroristici di apparente matrice radicale religiosa in Europa, nel Mediterraneo ed in Medio Oriente, e di concordare azioni comuni a livello intergovernativo e della società civile di contrasto efficace a tali tentativi di condizionamento psicologico di massa. Il CE RIDE ha inoltre adottato diverse decisioni per il rilancio della Rete, istituendo la figura del Coordinatore ed attribuendo le deleghe ai vari membri in settori chiave x la ripresa e lo sviluppo del dialogo euromediterraneo in questo momento drammatico. Le deliberazioni del CE RIDE sono state riferite oggi, mercoledì 19 novembre, dal presidente onorario RIDE Arch. Michele Capasso alla quattordicesima riunione (intitolata «Lavorare insieme per il 2025») cominciata oggi a Bruxelles dei Capifila della Fondazione Anna Lindh. Capasso ha sottolineato in particolare, alla luce dei recenti eventi drammatici in Europa e nel Mediterraneo, l’esigenza di semplificare le procedure burocratiche al fine di concentrarsi sulle azioni concrete per fronteggiare le emergenze immigrazione e terrorismo nell’area, in particolare contrastando gli stereotipi. Proprio ieri, le dichiarazioni del capo della politica estera europea Mogherini e del Commissario UE alle politiche di vicinato Hahn alla Commissione esteri del Parlamento europeo hanno convenuto sull’urgente necessità di un nuovo approccio fondato sulla stabilità e sulla partnership tra l’Unione Europea ed i propri vicini.
Foad Aodi, membro del Comitato Esecutivo RIDE ha partecipato, in qualità di presidente della Comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e di Focal point per l’integrazione, alla conferenza “Not in my name” organizzata a Roma dai musulmani d’Italia il 21/11/2015 in P.zza Santi Apostoli per dire “no al terrorismo” in difesa della libertà e della democrazia. Con voce ferma e decisa Aodi ha dichiarato: “No agli assassini delle religioni, no alle strumentalizzazioni politiche, no alle moschee fai da te, no alla divisione tra le Comunità musulmane e no alle minacce di una “terza guerra mondiale”. Sì alla libertà, alla democrazia ed al dialogo inter-religioso. Sì ad un albo per gli Imam, sì alla collaborazione con tutte le istituzioni per il bene e l’interesse comune”.
Ripartizione delle deleghe decisa in occasione della seconda riunione del Comitato Esecutivo (16.12.15):
•Presidente Onorario e Capofila: Michele Capasso, Presidente Fondazione Mediterraneo
•Coordinatore: Enrico Molinaro, Presidente Prospettive Mediterranee
•Migrazioni, rifugiati e cooperazione internazionale: Maria Amata Garito e Foad Aodi, Presidente AMSI, CO-MAI e Uniti Per Unire
•Comunicazione interna ed esterna: Foad Aodi
•Diritti civili, legalità e analisi della criminalità organizzata: Salvatore Calleri, Presidente Fondazione Antonino Caponnetto
•Variazioni geostrategiche, Gestione dei conflitti, Cooperazione economica e Attività di Networking nell’area euromediterranea: Janiki Cingoli, Direttore del Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente CIPMO
•Patrimonio culturale: Luigi De Luca, Direttore Istituto di Culture Mediterranee
•Università e Istruzione: Maria Amata Garito, Presidente e Rettore Università telematica internazionale Uninettuno
•Cooperazione giovanile, imprenditorialità sociale e volontariato: Giovanni Serra, Presidente Dignità del Lavoro
•Sostenibilità ambientale e prosperità condivisa: Roberto Russo, Presidente FISPMED
Enrico Molinaro, Ph. D., Coordinatore RIDE
Cell: +39.3201116463, Fax 06.89284688
e.mail: e.molinaro@mediper.org sito web: www.mediper.org
Foad Aodi, Comunicazione esterna ed interna RIDE

 

reteItalianDialogoEuromediterraneo

Comunicato della Rete Italiana per il dialogo Euromeditterraneo

 

Altri articoli

COMUNICATO STAMPA 10/06/24. Amsi-Umem-Uniti per Unire e medici cinesi. “Il Ponte fra Medicina Occidentale e Medicina Tradizionale Cinese”. Convegno-dibattito internazionale sull’agopuntura con specialisti provenienti da oltre 15 paesi del mondo, presso l’Aula Magna della Clinica Ortopedica dell’Università Sapienza di Roma.

Tra i relatori il Prof. Foadi Aodi con la presentazione del suo “Metodo Aodi”. Foad e Nadir Aodi: «Siamo di fronte ad un metodo dalla comprovata efficacia, con oltre il

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare