centromareradio: VIOLENZA SULLE DONNE E MUTILAZIONI GENITALI FEMMINILI IN ITALIA. INCONTRO-DIBATTITO A CERVETERI IL 25 NOVEMBRE 2015

 

VIOLENZA SULLE DONNE E MUTILAZIONI GENITALI FEMMINILI IN ITALIA. INCONTRO-DIBATTITO A CERVETERI IL 25 NOVEMBRE 2015

 

In occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza sulle Donne, l’Associazione “SENONORAQUANDO-Cerveteri” organizza un incontro-dibattito per affrontare il tema delle Mutilazioni Genitali Femminili in Italia. L’appuntamento si terrà il prossimo 25 Novembre, alle ore 20,30, presso la Sala Ruspoli in Piazza Santa Maria, a Cerveteri.

Ogni anno si stima che nell’Unione Europea i casi di mutilazioni genitali femminili siano circa 300mila, e di questi circa 20mila solo in Italia. “Il tema è di estrema attualità proprio in virtù dei flussi migratori che interessano il nostro Paese – dichiara Maria Grazia Sfregola, Presidente di SENONORAQUANDO-Cerveteri – Si tratta di un’emergenza umanitaria che colpisce un gran numero di donne immigrate in Italia ed in Europa, oltre che milioni di donne nel mondo. Un rituale sotterraneo e violento attuato da donne, madri e nonne, sulle proprie figlie e nipoti. Nello stesso tempo è anche un’emergenza sanitaria a cui dovremmo trovarci preparate/i e sulla quale oggi è importante sensibilizzare le istituzioni e la cittadinanza”.

All’incontro, patrocinato dal Comune di Cerveteri, interverranno la medica volontaria di “Bambini nel Deserto” Ong Onlus Assunta Santonati, l’antropologa Erica Eugeni ed il Presidente dell’AMSI (Associazione Medici Stranieri in Italia) Prof. Foad Aodi. A seguire, letture di testimonianze di donne infibulate tratte dal libro “La Valigia dei Ventagli. Percorsi creativi per la conoscenza delle mutilazioni genitali femminili” e dibattito con il pubblico. Ingresso libero.

Per info

Associazione di Promozione Sociale SENONORAQUANDO-Cerveteri

snoq.cerveteri@gmail.com

 

centromareradio

Link

Altri articoli

Salute, Onesti (AISI): «Accordo Regione Puglia con le strutture sanitarie private, con un investimento di 30 milioni di euro, è la strada giusta per uniformare sempre di più sanità pubblica e privata accreditata ed elevare così la qualità delle prestazioni offerte ai cittadini».

ROMA 12 LUG 2024 – «Rilanciare il nostro “Sistema Salute” significa, sempre di più, mettere sullo stesso piano sanità pubblica e sanità privata accreditata, con l’obiettivo di elevare qualitativamente le

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare