arezzoweb: Terrorismo: Aodi (Co-mai), no a islamizzazione partiti e politica

Milano,7 lug. (AdnKronos) – Lancia un “appello molto angosciato ma molto responsabile” Foad Aodi, il presidente della Comunità del mondo arabo in Italia, soprattutto dopo la diffusione dell’audio di Maria Giulia Sergio, la Fatima ‘convertita’ alla Jihad. Attenzione, dice, a “quanti cercano solo visibilità, ai falsi convertiti”. “Siamo indignati nel sentire queste parole che non c’entrano nulla con l’Islam. Siamo prima italiani che arabi e musulmani”.
“No all’islamizzazione della politica e dei partiti politici. Si al dialogo”, sottolinea Aodi che mette in guardia dai “convertiti che abbracciano l’Islam per avere visibilità. Siamo molto preoccupati. Ogni giorno nelle trasmissioni televisive si consuma uno scontro tra poveri”.
E qui il secondo appello: “le trasmissioni devono avere più responsabilità: non date spazio a chi cerca visibilità. Cerchiamo di fare informazione e non diamo importanza a chi vuole fondare un partito. Non ospitiamo questa gente in tv”. “Non ho mai visto – insiste ancora – una situazione così drammatica negli ultimi due anni”. Anche le autorità islamiche devono stare “attente a chi abbraccia la religione per sue personali ragioni. Noi diciamo no a qualunque tentativo di fondare un partito islamico”.

arezzoweb

Link

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare