ansa: Amsi, oltre 650 morti da inizio offensiva Isis in Libia

 

Aodi, solidali con personale medico e civili morti in Afghanistan

(ANSAmed) – ROMA, 5 OTT – ”Dall’inizio dell’offensiva dell’Isis in Libia – a Sirte e provincia – sono ormai più di 650 i morti e oltre 1000 i feriti”. Fra questi, ”molti sono medici e operatori sanitari”. E’ quanto rende noto il presidente dell’Associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi), Foad Aodi, che in una nota esprime solidarietà al personale sanitario colpito in molti Paesi – dall’Iraq alla Siria alla Libia e, in particolare, alle equipe di Medici senza Frontiere (Msf) e ai civili uccisi nel bombardamento aereo della struttura di Kunduz, in Afghanistan. ”Siamo indignati per la strage in atto contro la cooperazione internazionale e i civili”, ha detto Aodi.

 

ansamed

Link

Altri articoli

Salute, Onesti (AISI): «Accordo Regione Puglia con le strutture sanitarie private, con un investimento di 30 milioni di euro, è la strada giusta per uniformare sempre di più sanità pubblica e privata accreditata ed elevare così la qualità delle prestazioni offerte ai cittadini».

ROMA 12 LUG 2024 – «Rilanciare il nostro “Sistema Salute” significa, sempre di più, mettere sullo stesso piano sanità pubblica e sanità privata accreditata, con l’obiettivo di elevare qualitativamente le

Leggi Tutto »
Nessun altro articolo da mostrare