agenziastampaitalia: Razzismo, Foad Aodi: “Non si può rispondere al terrorismo cieco con il razzismo altrettanto cieco”.

 

Logo AMSIMED TONDO

 

(ASI) “L’Associazione dei Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI) ,Le Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) ed il Movimento Uniti per Unire abbracciano Chinyery, la moglie di Emamanuel, immigrato nigeriano di 36 anni, brutalmente ucciso a Fermo per aver difeso la moglie da insulti razzisti. Grazie al Presidente Renzi per aver convocato i Rappresentanti del Governo nella città, dando inizio ad una campagna contro l’odio e il razzismo”. Lo dichiara il Presidente delle Co-Mai, Amsi eUniti per Unire Foad Aodi.“Non si può rispondere al terrorismo cieco con il razzismo altrettanto cieco, con i pregiudizi e la cattiva informazione” aggiunge.

L’Amsi dà la sua completa disponibilità alla moglie Emmanuel per il sostegno morale e psicologico da subito ed anche nel suo desiderato percorso da studentessa di medicina.
#fermiamoilrazzismo che uccide le persone e le loro anime.

 

agenziastampaitalia

Link

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare