Agenda Amsi 2013 per una sanita’ migliore in Italia e nel mondo

A.M.S.I – Associazione Medici di origine Straniera in Italia

Con la fine del 2012 L’Amsi si augura che vengano archiviate tutte le forme di violenze sociale ,contro le donne ed i bambini ,i decreti di legge  che hanno profumo di razzismo ,la censura contro le comunità’ e le associazioni di origine straniera ,le forme di divisioni in base ai paesi di origine o la religione di appartenenza come capita spesso a sentire dai nostri medici ed operatori sanitari.

dall’altra parte l’Amsi propone piu’ rispetto; per i diritti umani , per il diritto alla salute e per il diritto alla scuola .

l’Amsi chiede pari opportunità’ per tutti i medici ,infermieri ,fisioterapisti ,odontoiatri ,farmacisti e psicologi di origine straniera e consentire  finalmente  a chi possiede la carta di soggiorno di sostenere i concorsi pubblici senza l’obbligo di cittadinanza ;

l’Amsi chiede piu’ prevenzione ,piu’ informazione ,piu’ assistenza ,piu’ accoglienza ,piu’ unione e piu’ aggiornamento professionale nel settore della sanità’ ed immigrazione ;

L’Amsi chiede di promuovere una vera cooperazione internazionale ,piu’ aiuti umanitari e sanitarie ,piu’ dialogo interculturale ,piu’ dialogo inter religioso a favore di una conoscenza transculturale .

l’Amsi continuerà’ a fare la sua parte a favore di tutti a livello nazionale ed intensifica la sua collaborazione internazionale a livello mondiale  a favore dello scambio sociosanitario tra l’italia ed i nostri paesi di origine avendo partecipato e contributo con il  Presidente dell’Amsi e fondatore di “Uniti per Unire-Miti” Foad Aodi alla nascita’ di una federazione mondiale delle associazione sanitarie arabe che si e’ costituita in Egitto il 20.12.2012 durante la riunione del comitato scientifico del dipartimento della salute della lega dei paesi arabi e di cui fanno parte l’unione dei medici arabi in Europa ed anche l’unione dei medici arabi in America ,in Canada ed in Sud America insieme  all’Amsi come soci fondatori per intensificare sia la collaborazione e l’intercambio socio-sanitario tra l’Italia ed il mondo arabo che l’occupazione nei servizi sanitari dei paesi arabi dove ce’ mancanza di medici ed infermieri come hanno chiesto al Presidente Aodi i rappresentanti dei servizi sanitari dell’Arabia Saudita , del Kuwait ,di Qatar e del  Sudan sempre durante la riunione del 20.12.2012 in Egitto.

Inoltre numerosi nostri medici di origine dei paesi dell’Est ,del Sud America ed dell’Europa promuovono forme di collaborazioni sanitarie .

Cordiali Saluti

Auguri e Felice Anno 2013

Ufficio Stampa Amsi

http://www.golfpeople.eu/?p=49139

Altri articoli

Nessun altro articolo da mostrare